Fitness Corso Moncalieri 466

Spazi raddoppiati, fitness e piscina all'aperto: lo sport post-Covid nel club più esclusivo di Torino

Pronto per la riapertura

club ronchiverdi

Lezioni di fitness all’aperto, piscina esterna con lettini disposti a debita distanza gli uni dagli altri, ristorante del club all’aperto con tavoli e tavolini disposti ad almeno un metro di distanza e personale dotato di guanti e mascherine

Gli spazi, quindi, vengono raddoppiati per mantenere le distanze, si utilizzeranno i divisori in plexiglass, verranno dati ad ogni socio braccialetti e card per pagare evitando l'uso del denaro. Tutti saranno forniti di mascherine e disinfettanti.

In questo modo, il Club Ronchiverdi di Corso Moncalieri 466, nel rispetto delle normative, sta completando il suo restyling per farsi trovare pronto alla tanto attesa apertura post-lockdown.

L'elegante centro sportivo, immerso in un ampio spazio verde di 50.000 metri quadrati ai piedi della collina, è stato ripensato in tutte le sue parti per essere una vera eccellenza torinese e piemontese. Il club ha la fortuna di sorgere su una vastissima area verde a pochi passi dal centro, dal Parco del Valentino e dal Parco delle Vallere.

Si presenta a questa fase 2 come un luogo di avanguardia per svolgere attività sportive in massima sicurezza.

Palestra_Ronchiverdi-3

Vediamo, nel dettaglio, come sono state ripensate le varie attività.

  • Spogliatoi: sono stati riorganizzati tutti gli spogliatoi in modo tale da consentire la distanza di sicurezza tra un socio e l’altro.
  • Fitness: per l'intero periodo estivo, tutte le lezioni di fitness saranno svolte nei prati all'aperto adiacenti i campi da tennis e la piscina; le bici per lo spinning saranno sistemate a debita distanza nell'amplissima sala congressi del club. Nella palestra interna le macchine sono state disposte a diversi metri l'una dall'altra con aree specifiche per il cardio, pesi liberi, isotoniche, lezioni con il personal trainer.
  • Piscina: la piscina esterna verrà riaperta con lettini disposti a debita distanza gli uni dagli altri sistemati sia a bordo vasca sia negli oltre 7000 mq dedicati ad ombrelloni a sdraio.
  • Tennis e padel: via i palloni, i Ronchiverdi offrono 11 campi all'aria aperta, completamente igienizzati, ai quali si potrà accedere attraverso turni che consentano ogni volta al personale del club di disinfettare l'area.
  • Ristorazione: i 2000mq. di ristorante, di cui 1000 mq negli spazi esterni al club, rispetteranno le norme con i tavoli disposti a distanza di almeno un metro e personale dotato di guanti e mascherina. Il pagamento avverrà soltanto attraverso il braccialetto di cui è dotato ogni abbonato per ridurre al minimo le occasioni di contatto con la moneta per maggior sicurezza del socio.
  • Sala riunioni all’aperto: dalla 'Meeting Table', la sala riunioni all'aperto, si potrà ordinare ordinare colazione, pranzo o semplicemente un caffè utilizzando un numero dedicato Whatsapp.

“Durante questi mesi non siamo stati con le mani in mano, abbiamo ottimizzato gli spazi che già ci appartengono – spiegano dalla direzione – abbiamo lavorato sodo per ripensare un nuovo concept di “Club sicuro” e permettere così ai nostri soci di poter tornare a svolgere il proprio sport in maniera bella, libera e sicura”.

Il Club Ronchiverdi si è preparato in questo modo per la riapertura. La speranza è quella di ripartire il prossimo 18 maggio, dopo aver ricevuto l'ok da parte delle istituzioni.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spazi raddoppiati, fitness e piscina all'aperto: lo sport post-Covid nel club più esclusivo di Torino

TorinoToday è in caricamento