Cura della persona

Manicure, le differenze tra smalto gel e smalto semipermanente

Come scegliere

immagine di repertorio

Qual è il trattamento più adatto per prenderti cura delle tue mani? Quali sono le differenze tra uno smalto gel ed uno smalto semipermanente e quali sono i vantaggi e gli svantaggi dei due trattamenti? Scoprite tutto questo nella nostra guida dedicata.

Smalto semipermanente: che cos'è, quanto dura e quali sono i vantaggi

Perfetto da applicare sulle unghie naturali di media lunghezza, questo smalto è un prodotto fotoindurente (ovvero che necessita di essere asciugato con una specifica lampada a led) che aumenta leggermente lo spessore delle unghie e garantisce durabilità e resistenza. Lo smalto semipermanente, inoltre, si applica e si rimuove facilmente, e può durare dalle due alle tre settimane.

Lo smalto semipermanente dona alle unghie un effetto naturale, curato e luminoso.

Ecco i principali vantaggi:

  • rapidità e facilità di applicazione;
  • effetto naturale sulle unghie;
  • ampia gamma di colori dispobibili;
  • facilità di rimozione;
  • costo moderato.

Tra i principali svantaggi, lo smalto semipermanente:

  • è meno resistente;
  • dura meno dello smalto gel;
  • non permette di ricostruire o allungare le unghie;
  • non è adatto alle unghie molto corte.

Smalto gel: che cos'è, quanto dura e quali sono i vantaggi

Lo smalto gel è uno dei prodotti basilari per la ricostruzione di unghie spezzate, danneggiate ed indebolite. Questo smalto dona alle unghie un effetto spesso e bombato, necessita comunque di una lampada a LED o UV per la polimerizzazione.

Principale vantaggio:

  • dura di più rispetto al semipermanente (resiste fino a un mese);

Principale svantaggio:

è più complicato sia da applicare che da rimuovere.

I migliori kit per il gel unghie in casa


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Manicure, le differenze tra smalto gel e smalto semipermanente

TorinoToday è in caricamento