Ztl: verso la tariffazione a consumo con telecamere anche in uscita. Sospensione fino a settembre

Tariffazione comprenderà il parcheggio

immagine di repertorio

Arriva la zona a traffico limitato con tariffazione a consumo in base al tempo che vi si trascorre all'interno con i veicoli. Lo hanno annunciato oggi, giovedì 16 luglio 2020, la sindaca Chiara Appendino e l'assessora alla viabilità Maria Lapietra. Il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti ha dato il proprio assenso alla sperimentazione.

La tariffazione comprenderà anche il pagamento del parcheggio in strutture e avverrà al minuto e non all'ora come succede ora per la sosta a pagamento. Non sarà necessario cercare i parcometri, in quanto l'addebito avverrà automaticamente.

La Ztl attuale rimarrà sospesa ancora almeno per tutto il mese di settembre 2020 poiché si prevedono afflussi ancora molto bassi. Telecamere saranno installate su tutto il territorio cittadino, anche per avere una maggiore sicurezza e da monitorare i flussi di traffico.

L'investimento sarà, per il solo centro cittadino, di un milione e mezzo, ma il Comune conta di rientrarvi in breve visto che oggi è molto pesante l'elusione del pagamento della sosta tramite i parcometri.

La fascia massima della Ztl sarà comunque non più ampia di quella 7,30-19,30. In alcune zone della città, come piazza Vittorio Veneto e le zone della 'movida', potrà essere consentito l'accesso solo ad autorizzati nelle ore notturne. "La sperimentazione - dice Appendino - potrebbe partire proprio da qui perché piazza Vittorio ha il proprio picco di traffico proprio in serale e in notturna, per migliorare la vivibilità dei residenti in quegli spazi. Faremo il percorso con loro e con i commercianti".

"Abbiamo ottenuto una doppia vittoria: non solo sperimentare, ma sperimentare qualcosa di davvero differente, con le telecamere in uscita in modo da verificare il vero utilizzo della Ztl. Inoltre, con questi strumenti si potrebbero creare anche aree pedonali, ad esempio nelle zone dei mercati", dice Lapietra.

"È presto - aggiunge Appendino - per dire se alcuni cambiamenti saranno strutturali: è la prima volta che il Paese affronta una situazione di questo tipo. Non siamo in grado di immaginare come cambieranno le abitudini di spostamento delle persone: per questo la flessibilità è necessaria".

Per questa ragione i dettagli (vie interessate e orari) verranno definiti nei prossimi mesi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Torino usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: in Piemonte centri commerciali chiusi il sabato e la domenica (tranne gli alimentari)

  •  Piemonte, coprifuoco dalle 23 alle 5: firmata l’ordinanza

  • Torino: positiva al coronavirus esce e va in giro, denunciata per epidemia colposa

  • Lavazza, offerte di lavoro a Torino e in provincia: le posizioni aperte

  • Incidente a Torino, auto finisce contro un palo: morta donna dopo l'urto violento

  • Incidente in strada a Torino: tram investe pedone e lo uccide

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento