menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Piemonte in zona gialla dal 13 dicembre: cosa si può fare e cosa cambia

Discussione in atto sugli spostamenti tra comuni nei giorni di festa

Come anticipato nei giorni scorsi, il Piemonte sarà in zona gialla a partire da domenica 13 dicembre. “Ho appena ricevuto la telefonata del ministro della Salute Speranza e, come avevo anticipato, confermo che da domenica 13 dicembre il Piemonte sarà in zona gialla - ha dichiarato ieri sera il presidente della Regione Alberto Cirio -. Si tratta di un risultato importante perché tante attività potranno ripartire, ma dobbiamo continuare a tenere alta l’attenzione in tutti i nostri comportamenti. Non possiamo vanificare i tanti sacrifici fatti finora”.

Con il passaggio da zona arancione a gialla cambieranno molte cose tra cui, su tutti, gli spostamenti. Nei giorni scorsi abbiamo riepilogato cosa si può e cosa non si può fare in zona gialla (qui il riepilogo) riguardo non solo gli spostamenti, ma anche i servizi, i negozi, le strutture ricettive, l’istruzione, le attività produttive, riunioni, eventi, l’attività motoria o sportiva.

Le regole valide per la zona gialla nel periodo che va dal 21 dicembre al 6 gennaio dovranno intrecciarsi con le disposizioni del recente Dpcm (3 dicembre) che prevede ulteriori restrizioni soprattutto il 25, 26 dicembre e 1 gennaio.   

Ricordiamo che in queste ore si sta discutendo sulle richieste pervenute al premier Giuseppe Conte di permettere gli spostamenti tra comuni nei giorni di festa, ma al momento non sono stati presi ulteriori provvedimenti. In queste ore il presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio ha manifestato ottimismo sulla possibilità di un passo indietro del Governo sull'abolizione del divieto di spostamenti tra Comuni a Natale e Capodanno (L'intervista).

Le regole che vietano di spostarsi anche tra comuni nei giorni di festa sono state introdotte dal Governo per evitare che i festeggiamenti possano far impennare la curva dei contagi. Allo stato attuale le restrizioni agli spostamenti tra regioni e comuni inserite nel decreto legge 2 dicembre n. 158 e nel Dpcm 3 dicembre prevedono che:

  • dal 21 dicembre 2020 al 6 gennaio 2021 saranno vietati gli spostamenti tra regioni diverse;
  • il 25 e il 26 dicembre 2020 e il primo gennaio 2021 saranno vietati anche gli spostamenti tra comuni diversi (salvo che per comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute);
  • sarà sempre possibile, anche dal 21 dicembre al 6 gennaio, rientrare alla propria residenza, domicilio o abitazione

  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento