Venerdì, 22 Ottobre 2021
Attualità

Torino e il Piemonte in arancione da lunedì 1° marzo: le principali disposizioni

Tornano a chiudere al pubblico bar, ristoranti e locali. Porte chiuse nuovamente anche per i musei

Da domani, lunedì 1° marzo, la regione Piemonte passerà, dopo quattro settimane in zona gialla, all'arancione. "L’Rt è cresciuto - ha comunicato venerdì il presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio - e si attesta sopra l’1 e la pressione ospedaliera sta aumentando. Ci viene chiesto purtroppo un nuovo sforzo e so che è un sacrificio grande. Al nuovo Governo abbiamo sollecitato che i ristori per le attività costrette a fermarsi siano immediati. È fondamentale". 

Tornano dunque le restrizioni. Queste le principali misure previste in base all’ordinanza firmata nelle scorse ore dal ministro della Salute, Roberto Speranza.

Scuola

- Didattica in presenza per scuole dell’infanzia, scuole elementari e scuole medie
- Didattica in presenza per le scuole superiori al 50%

Spostamenti, visite ad amici e parenti

- Sì agli spostamenti all’interno del proprio Comune senza autocertificazione, che si raccomanda però di evitare se non necessari
- Vietato spostarsi sia dal proprio Comune che in entrata e in uscita da una Regione all’altra, salvo che per lavoro, studio, salute o necessità

- Si anche agli spostamenti nelle seconde case fuori regione. La casa deve essere di proprietà di chi si sposta o dei genitori o con contratto d'affitto di lungo periodo, precedente al 14 gennaio. E' concesso di andare nella seconda casa, un nucleo famigliare alla volta.

- Consentiti gli spostamenti dai Comuni con meno di 5000 abitanti per una distanza non superiore ai 30 km, ma non verso i capoluoghi di provincia
- Consentita la visita a parenti e amici, solo all’interno del proprio Comune e nel limite di due persone, oltre ai minori di 14 anni sui quali tali persone esercitino la potesta? genitoriale e alle persone disabili o non autosufficienti conviventi
- Vietato circolare dalle ore 22 alle 5 del mattino salvo comprovati motivi di lavoro, necessita? e salute

Sport e attività motoria

- Consentita l’attivita? motoria nei pressi della propria abitazione e l’attivita? sportiva all’aperto, ma solo in forma individuale
- Aperti i centri sportivi, mentre sono chiusi impianti sciistici, piscine e palestre

Bar, ristoranti e negozi

- Chiusura di bar e ristoranti, 7 giorni su 7
- L’asporto e? consentito fino alle ore 18 per i bar, fino alle ore 22 per i ristoranti, mentre è sempre permessa la consegna a domicilio
- Apertura dei negozi al dettaglio
- Chiusura nel weekend dei centri commerciali (ad eccezione delle farmacie, parafarmacie, presidi sanitari, generi alimentari, fiorai, tabaccherie, edicole e librerie presenti al loro interno)
- Apertura dei parrucchieri e dei centri estetici
- Apertura dei mercati anche extra-alimentari
- Sospensione di attivita? di sale giochi, sale scommesse, bingo e slot machine anche nei bar e tabaccherie

Cultura

- Musei e mostre, che in questo periodo si potevano visitare nei giorni infrasettimanali, torneranno a chiudere. Porte ancora chiuse per teatri e cinema.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torino e il Piemonte in arancione da lunedì 1° marzo: le principali disposizioni

TorinoToday è in caricamento