Ivrea, in tabaccheria un giocatore fa il botto: vince un milione con una schedina da un euro

Al Million Day di Lottomatica

Rosanna Campagna nella tabaccheria San Lorenzo col cartello che celebra la vincita

Un milione vinto con una schedina da un euro. È quanto accaduto la sera di venerdì 11 dicembre 2020 nel bar tabaccheria San Lorenzo di corso Vercelli a Ivrea, dove la dea bendata ha fatto centro con l'estrazione del concorso Million Day di Lottomatica. Per vincere bisogna azzeccare una combinazione di cinque numeri compresi tra 1 e 55. Un fortunato giocatore, per ora anonimo, ci è riuscito. I numeri vincenti sono stati 9, 10, 19, 20 e 28.

"Visto che siamo in periodo di restrizioni - dice la titolare della tabaccheria fortunata, Rosanna Campagna, che ha affisso un cartello per festeggiare la vincita - pensiamo che possa essere un cliente abituale, anche se non sappiamo proprio chi sia e al momento non si è fatto vivo nessuno. Una vincita del genere, comunque, non ci era mai capitata. Speriamo che siano andate a una persona che ne ha bisogno e che possa passare delle buone festività natalizie. E poi, magari, che si faccia sentire".

Nel maggio 2018 una vincita analoga al Million Day era avvenuta a Moncalieri. Allora, però, il giocatore aveva giocato la sua schedina da casa, via internet. Per questo era rimasto del tutto sconosciuto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Firmato il decreto: Piemonte zona arancione, che cosa si può e non si può fare da domenica 17 gennaio 2021

  • Piemonte in zona gialla: le regole in attesa della nuova stretta nazionale

  • Torino, ruba il portafoglio dimenticato in farmacia. E spende i soldi per fare la spesa: "Non vivo nell'oro"

  • Multato in auto dopo mezzanotte. "Ma sono un papà separato, andavo da mia figlia che stava male"

  • Infarto mentre fa jogging nel parco a Torino, morto avvocato di Settimo. Ambulanza bloccata dai dissuasori

  • Follia a Nole: scatta alcune fotografie col cellulare, ma poco dopo la obbligano a cancellarle

Torna su
TorinoToday è in caricamento