Due vigili del fuoco torinesi inviati a Beirut insieme al team di specialisti italiani

Per verificare rischio ambientale e strutture

immagine di repertorio

Anche due vigili del fuoco del comando provinciale di Torino sono partiti per Beirut, la capitale del Libano, per portare materiali e anche il loro contributo tecnico-professionale dopo la grave esplosione che ha provocato centinaia di vittime nella zona del porto ieri, martedì 4 agosto 2020.

Stamattina, mercoledì 5, l'elicottero Drago 70 li ha trasportati a Bresso (Milano), dove si sono uniti a coloro che sono stati inviati da Lombardia e Veneto. Da qui gli specialisti sono poi partiti alla volta di Pisa dove sono stati caricati su un aereo dell'aeronautica militare che li ha portati a destinazione.

Il team italiano opererà con dotazioni speciali in grado di rilevare le sostanze pericolose a livello ambientale e di verificare la sicurezza
delle strutture rimaste in piedi. Il corpo nazionale dei vigili del fuoco, allertato dal dipartimento della protezione civile nazionale, ha quindi risposto alla richiesta di aiuto internazionale trasmessa dal Libano all'emergency response coordination centre (Ercc), il cuore del meccanismo europeo di protezione civile.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Firmato il decreto: Piemonte zona arancione, che cosa si può e non si può fare da domenica 17 gennaio 2021

  • Piemonte in zona gialla: le regole in attesa della nuova stretta nazionale

  • Torino, ruba il portafoglio dimenticato in farmacia. E spende i soldi per fare la spesa: "Non vivo nell'oro"

  • Multato in auto dopo mezzanotte. "Ma sono un papà separato, andavo da mia figlia che stava male"

  • Infarto mentre fa jogging nel parco a Torino, morto avvocato di Settimo. Ambulanza bloccata dai dissuasori

  • Follia a Nole: scatta alcune fotografie col cellulare, ma poco dopo la obbligano a cancellarle

Torna su
TorinoToday è in caricamento