Attualità Parella / Via Pianezza

Alla fermata del bus a Torino compare un appello: "Vi prego restituitemi il mio libro"

A scrivere il cartello una donna che aveva appena ricevuto in regalo un libro al quale teneva tantissimo, ma che è scomparso in pochi minuti

'Ciao, questo è un comunicato per chiunque avesse trovato il libro dei Depeche Mode a questa fermata. Vi prego, restituitemelo. Ci tengo tantissimo. Vi prego contattatemi'. È l'accorato appello che una donna di 49 anni ha lasciato scritto su un cartello che ha affisso alla fermata dei bus che si trova a Torino in via Pianezza, davanti al Penny Market. 

Daniela, così si chiama la donna, in quella stessa fermata ha smarrito un dono per lei davvero importante e a raccontare la vicenda è stata l'associazione Bookpostino che ha pubblicato sui social la fotografia dell'annuncio della donna. "Se qualcuno avesse notizie del libro in oggetto, può far tirare un respiro di sollievo a Daniela. Perdere un libro a volte può essere molto doloroso", ha scritto Sante Altizio, il bookpostino, sui social. 

È venerdì 11 agosto pomeriggio, siamo intorno alle 17 quando la donna arriva alla fermata del bus e appoggia il libro sulla panchina. Il libro è dentro una busta. Poi si alza, si allontana per fare una commissione e si rende conto di aver dimenticato la busta alla fermata. "Mi hanno regalato questo bellissimo libro con tutta la storia del gruppo quel giorno stesso", racconta Daniela, "L'ho dimenticato alla fermata, sono andata via ma sono subito tornata indietro. Però c'era solo più la busta e non il libro. Da lontano quando ho visto la busta ero felice, ma il libro non c'era più". 

Per Daniela si tratta di un regalo molto importante: "I Depeche Mode sono la mia band preferita. Il 14 luglio sono stata anche al loro concerto a Milano a San Siro. Erano anni che aspettavo che tornassero in Italia. Mi piacciono tutte le loro canzoni: dalle storiche fino all'ultima che hanno fatto". 

Qualcuno in questi giorni si è fatto sentire? "Nessuno si è fatto sentire in questi giorni. È stato ferragosto e magari non sono passati da quella fermata, ma io confido ancora che nei prossimi due o tre giorni mi chiami qualcuno. I Depeche Mode sono la band del mio cuore, faccio un appello a chiunque avesse trovato questo libro perché per me era un regalo importante". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alla fermata del bus a Torino compare un appello: "Vi prego restituitemi il mio libro"
TorinoToday è in caricamento