L'ex Manifattura Tabacchi è in vendita, Appendino: "Un'occasione di riqualificazione e sviluppo"

Si valuta l'insediamento di social housing e residenze universitarie, commerciali e direzionali

L'Agenzia del Demanio vende l'ex Manifattura Tabacchi di Torino, una delle realtà produttive di Torino più importanti del 1800 che però nel secolo a seguire ha visto un lento declino, fino al recente abbandono. Il bando di vendita parte da un prezzo a base d’asta di 6 milioni 665mila euro con scadenza offerte al 13 ottobre 2020. Del futuro e dell'occasione che rappresenta l'edifici, si è parlato in un incontro cui hanno preso parte la sindaca Chiara Appendino, il direttore dell’Agenzia del Demanio, Antonio Agostini, quello territoriale del Piemonte, Rita Soddu, l'assessore comunale Antonino Iaria, l'assessore regionale Andrea Tronzano, il rettore del Politecnico Guido Saracco e il vicepresidente di Ance, Filippo Delle Piane.

“Il primo passo verso il recupero della ex-Manifattura Tabacchi - ha detto la prima cittadina - è un tassello della trasformazione urbana di Torino che la Città aspettava da anni. Sin dall'inizio del nostro mandato abbiamo preso a cuore quest'area e il quartiere che la ospita, convinti che le risposte di cui il territorio ha bisogno passano anche da grandi cambiamenti. Cambiamenti che possono sicuramente portare riqualificazione, sviluppo e nuove opportunità per l'economia e il lavoro. Ma che devono anche rappresentare valori fondanti della nostra comunità quali la partecipazione, la sostenibilità e la conservazione di un patrimonio collettivo, che fa parte dell'identità di Torino”.

L’incontro ha rappresentato un’occasione per analizzare, insieme a stakeholder e istituzioni, le caratteristiche tecniche del bene e le potenziali occasioni di sviluppo, e per registrare le osservazioni avanzate dal mondo dell’imprenditoria. La valorizzazione del compendio potrà prevedere di insediare funzioni residenziali tra cui social housing e residenze universitarie, commerciali e direzionali.  La struttura, con i suoi edifici storici, sorge nella zona periferica nord-est della città, in prossimità del fiume Po e del cimitero monumentale di Torino, in un luogo di grande rilievo urbano, con forti valenze ambientali e storico-edilizie. Occupa una superficie di 46mila metri quadrati. 

 “Quella che presentiamo è un’operazione importante per rigenerare il tessuto urbano di Torino, in un particolare momento storico di crisi economica - ha dichiarato il Direttore Antonio Agostini - L’ex Manifattura Tabacchi è uno spazio immenso, rappresentativo, storico e simbolico che può essere riconvertito e tornare a nuova vita, offrendo opportunità di lavoro e di crescita per la città. La mission dell’Agenzia del Demanio infatti, non è solo quella di valorizzare il patrimonio immobiliare pubblico ma è, soprattutto, quella di individuare soluzioni in grado di recepire le istanze che provengono dalle realtà locali nelle quali questi beni sono inseriti e, al contempo, fornire le risposte adeguate per dare impulso allo sviluppo socio economico del territorio”.    

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Firmato il decreto: Piemonte zona arancione, che cosa si può e non si può fare da domenica 17 gennaio 2021

  • Piemonte in zona gialla: le regole in attesa della nuova stretta nazionale

  • Multato in auto dopo mezzanotte. "Ma sono un papà separato, andavo da mia figlia che stava male"

  • Infarto mentre fa jogging nel parco a Torino, morto avvocato di Settimo. Ambulanza bloccata dai dissuasori

  • Follia a Nole: scatta alcune fotografie col cellulare, ma poco dopo la obbligano a cancellarle

  • Normativa anticovid, controlli nelle aree verdi di Torino: sanzionati 16 sportivi

Torna su
TorinoToday è in caricamento