Vasco Rossi scrive all'infermiere del video: "Siamo duri che durano. E ci incontreremo presto!"

Post su Facebook

Il post pubblicato oggi da Vasco Rossi su Mirko Lagotto

"Siamo duri che durano. E ci incontreremo presto! Ciao Mirko". Con queste parole oggi, lunedì 6 aprile 2020, Vasco Rossi ha salutato, sulla sua pagina Facebook, Mirko Lagotto, l'infermiere dell'ospedale di Rivoli, che la scorsa settimana si era auto-immortalato in un video in cui si si vestiva per poter assistere i pazienti affetti da coronavirus mentre ascoltava la canzone 'Un senso' del cantautore di Zocca.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Vasco non ha voluto aggiungere di più anche se nel post cita tutti i festival concertistici a cui parteciperà la prossima estate. È probabile che incontreà l'infermiere a uno di questi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Omicidio-suicidio: uccide la moglie che si stava separando da lui e poi se stesso

  • Apre il nuovo centro commerciale: previsti un centinaio di posti di lavoro

  • Suv impazzito travolge cinque pedoni davanti a un déhors: morta una donna

  • Blocchi auto per 37 comuni dal 1 ottobre 2020: varato il regolamento

  • La porta di casa è bloccata e la proprietaria non può entrare: la polizia trova un uomo che dorme all'interno

  • Non sente il fratello da tre ore: gli agenti lo trovano vivo in casa e riescono a salvarlo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento