Venerdì, 19 Luglio 2024
Attualità Rebaudengo / Corso Vercelli

Degrado e vandalismo al parcheggio Stura: il consigliere Iannó presenta un'interpellanza

Finestrini delle auto distrutti e portiere divelte. E si paga anche il ticket

La stazione ferroviaria Torino Stura, tra sporcizia e atti di vandalismo, sprofonda nel degrado. E il parcheggio Stura non custodito, gestito da GTT, in prossimità dell'incrocio tra corso Vercelli, corso Romania e corso Giulio Cesare, vive un'analoga situazione da molto tempo. A lanciare l'appello con un'interpellanza in Comune, Pino Iannò (Torino Libero Pensiero). Le segnalazioni delle ultime settimane sono molte e da tempo, con cadenza quotidiana, si ripetono atti vandalici ai danni delle vetture parcheggiate i cui proprietari, all'interno della struttura, pagano regolarmente il ticket. 

L’ultimo episodio segnalato risale a lunedì 24 luglio, dove al ritorno da una giornata di lavoro, molti automobilisti hanno trovato i vetri delle loro autovetture distrutti per rubare cose di poco valore e qualche moneta, mentre la settimana scorsa hanno addirittura divelto le portiere di alcune vetture.

“Una situazione grave che si manifesta in qualsiasi ora - sottolinea Iannò - e la cosa ancora più spiacevole è che questi personaggi girano indisturbati nel parcheggio. Le 39 telecamere posizionate funzionano? Qualcuno monitora le immagini e l’Amministrazione comunale e GTT intendono prendere seri provvedimenti?

"Oltre ai furti, sono presenti una decina di auto abbandonate con i vetri rotti: tutto dà da pensare che diano alloggio agli sbandati. "Cosa si aspetta a rimuoverle? - conclude Iannò - Il parcheggio è poco sicuro e occorre dare una risposta concreta, visto che la sosta non è gratuita e prima che qualcuno subisca un’aggressione".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Degrado e vandalismo al parcheggio Stura: il consigliere Iannó presenta un'interpellanza
TorinoToday è in caricamento