rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Attualità

Covid, in Piemonte al via nel mese di marzo le vaccinazioni di 6mila disabili

Saranno affiancate alla campagna per gli over 80

Partirà martedì 16 marzo, in Piemonte, la vaccinazione degli oltre 6mila disabili presenti all'interno delle comunità residenziali e semi residenziali della regione. Come già annunciato dall'assessore alla Sanità, Luigi Icardi, a essere somministrati saranno i vaccini Pfizer e Moderna. A comunicarlo, i vertici regionali che confermano dunque anche l'intenzione di affiancare ai vaccini per gli over 80, partite lo scorso 21 febbraio, quelle per quest'altra categoria fragile. 

Il Piemonte va più veloce

Intanto il Piemonte, escludendo Valle d'Aosta e Provincia Autonoma di Bolzano, si conferma tra le regioni che procedono più veloci con la somministrazione dei vaccini. Considerata anche la necessità, su suggerimento della stessa struttura commissariale romana, di mantenere una percentuale di dosi di scorta tra il 20 e il 30% e non essendo purtroppo garantita la puntualità delle forniture. Secondo gli ultimi dati è stato vaccinato il 3,20% della popolazione, contro il 2,37% della media nazionale. 

"Ma non basta"

“Tutti i parametri del Ministero dimostrano che il Piemonte è tra le regioni che stanno procedendo in modo più rapido nelle vaccinazioni - ha sottolineato il presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio -. Se questo è un dato positivo perché testimonia che abbiamo predisposto un sistema che funziona, non può però bastare. Mi auguro che la nomina del nuovo commissario per l’emergenza covid Figliuolo, peraltro un alpino legato al Piemonte, possa dare una svolta decisiva da Roma alla campagna vaccinale, così come chiediamo ormai da settimane”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, in Piemonte al via nel mese di marzo le vaccinazioni di 6mila disabili

TorinoToday è in caricamento