L'Università di Torino valuta una diminuzione delle tasse per l'anno accademico 2020/2021

Non pagherà la retta chi ha un reddito Isee sotto i 20mila euro

L'Università di Torino abbasserà le tasse. Non pagheranno la retta gli studenti con reddito Isee fino a 20mila euro (fascia che finora era bloccata a 13mila) mentre ridurrà le quote a chi ha reddito fino ai 24mila e a chi sceglie il part-time. In questo caso, fino ad ora, si pagava il 75% dell'importo a tempo pieno, ma la cifra potrebbe arrivare fino al 60%.

Inoltre l'Università sta valutando di applicare il prossimo autunno, il semestre bonus, cioè gratis per tutti. Sono dunque queste le novità che riguarderanno l'Ateneo, stabilite in seguito all'incontro tra il rettore Stefano Geuna e i rappresentanti degli studenti. Iniziative prese per evitare il calo delle immatricolazioni e la fuga degli studenti.  

Intanto da settembre, è lo stesso Ateneo a comunicarlo, torneranno gli esami e le discussioni delle tesi in presenza, anche se gli studenti stranieri o residenti fuori Torino potranno scegliere di sostenere le prove a distanza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piemonte verso la 'zona arancione'. Spostamenti, negozi, scuole: cosa cambia

  • Piemonte in zona arancione da domenica 29 novembre: cosa cambia

  • Piemonte, con indice RT sotto 1, verso la zona arancione. Cirio: “Non è un risultato, ma un passo”

  • Albero di Natale, 10 idee (super trendy) per ricreare l'atmosfera natalizia

  • A Grugliasco si inaugura il nuovo supermercato Lidl: riqualificata l'intera area

  • Nichelino, chiusa la tangenziale a causa di un incidente: morto un uomo

Torna su
TorinoToday è in caricamento