La Torre Littoria in affitto: la residenza temporanea di lusso nel grattacielo

Uno dei simboli più discussi della Torino moderna

La Torre Littoria, il grattacielo che sorge in via Viotti tra piazza Castello e piazza San Carlo, diventa una residenza di lusso in affitto, per iniziativa dello storico proprietario, il Gruppo Reale Mutua. È uno dei palazzi pù contestati di Torino, per il suo stile razionalista (è stato edificato negli anni '30) che stona con il contesto barocco che lo circonda. Ma per chi vivrà dentro la Torre Littoria non sarà un problema, visto che godrà di una vista panoramica a 360° sul centro di Torino dall'edificio residenziale più alto della città. 

"Collezione Prestige", la nuova linea di soluzioni di prestigio lanciata oggi da Reale Immobili, rafforza con questa operazione la sua offerta nel segmento residenziale: dopo Milano, con un intervento di riqualificazione in piazza Sant’Ambrogio, e Roma, dove sono stati realizzati appartamenti prospicienti a Piazza di Spagna, Reale Immobili ha scelto per Torino la Torre Littoria nei pressi di Piazza Castello, che con i suoi 19 piani e 87 metri di altezza (109 con l’antenna metallica sommitale) è uno dei 5 palazzi più alti della città.

La totale riprogettazione dell’edificio, iniziata a dicembre del 2017, ha permesso di convertire gli spazi in residenze di lusso, con accesso esclusivo al piano. Reale Immobili propone in affitto (si parla di locazioni tra i 30.000 e i 100.000 euro l'anno, con possibilità di affittare anche per periodi più brevi) unità singole e duplex con annessi terrazzi. Appartamenti, alcuni dei quali completamente arredati, pensati appunto per enfatizzare la vista a 360° su Torino. Il progetto di interior design, caratterizzato da materiali e finiture di qualità, è completato con arredi di pregio firmati dai migliori brand italiani.

Molta attenzione sia alla qualità ambientale che a quella dei servizi, con l'introduzione di misure di risparmio energetico e un servizio di conciergerie 24/24, e ancora connettività già predisposta, sistemi di videosorveglianza a circuito chiuso e servizi esclusivi su richiesta, dalla lavanderia alla pulizia delle singole unità,  come in un hotel di lusso.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Collezione Prestige è commercializzata da Santandrea Luxury Houses, il marchio del Gruppo Gabetti dedicato agli immobili esclusivi. "Gli effetti della pandemia sanitaria in atto, causata dal Covid-19, hanno messo in grossa difficoltà l’economia mondiale e a risentirne è anche il settore immobiliare. Reale Immobili intende reagire subito all’attuale crisi, continuando a guardare al futuro e dando un segnale importante alla Città di Torino con il lancio di un nuovo importante progetto" ha dichiarato Alberto Ramella, direttore generale di Reale Immobili. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: in Piemonte centri commerciali chiusi il sabato e la domenica (tranne gli alimentari)

  • Torna l'ora solare, lancette indietro di 60 minuti: quando e perché si dormirà di più

  • Coronavirus: ordinanza Piemonte, stop agli alcolici dopo le 21 e attività chiuse a mezzanotte

  • Torino: positiva al coronavirus esce e va in giro, denunciata per epidemia colposa

  • Lavazza, offerte di lavoro a Torino e in provincia: le posizioni aperte

  • Incidente a Torino, auto finisce contro un palo: morta donna dopo l'urto violento

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento