Domenica, 17 Ottobre 2021
Attualità

Torino è confermata come sede nazionale dell'Istituto per l'Intelligenza Artificiale

Qualche giorno fa il capoluogo piemontese era sparito dalla lista delle sedi nazionali del Recovery Plan

Sarà a Torino il Centro Nazionale per l'Intelligenza Artificiale (CNIA). La conferma è arrivata dal Governo dopo l'impasse di qualche giorno fa, quando il capoluogo piemontese, nel Recovery Plan, non era affatto citato fra le sette sedi dei centri nazionali. Una mancanza che ha messo tutti in allarme, creando non poco scompiglio nell'ambito della politica. Ma si è trattato solo di un errore, cui è stato posto rimedio nel giro di poco tempo. "L’indicazione della nostra città quale sede del futuro CNIA - ha spiegato in Sala Rossa l'assessore all'Innovazione del Comune di Torino, Marco Pironti -, nell’ambito del Piano Nazionale di Ricostruzione e Resilienza (PNRR) che prevede sette centri tematici in Italia, era venuta meno solo in una delle bozze predisposte, un errore rimediato in poche ore".

Torino era stata scelta dal Governo lo scorso settembre. Una decisione che premia il percorso della Città nell'ambito dell'intelligenza artificiale e che ha consentito di consolidare le eccellenza già esistenti nel capoluogo piemontese in tema di ricerca e trasferimento tecnologico, facendo leva su settori economici e produttivi storicamente strategici per la città e creando le condizioni per attrarre nuovi investimenti, anche in infrastrutture come il recente progetto dei Data center di Tim

Oltre 600 posti di lavoro sul territorio

Sottolineando quello che era stato l’impegno della Città nel convincere il governo ad attribuire a Torino questo importante ruolo, l'assessore ha parlato di una ricaduta sul nostro territorio di 600 posti di lavoro con alte competenze, "oltre che di un’azione attrattiva verso tutto il sistema della ricerca e innovazione che lo caratterizza, evidenziando poi come si debba mantenere viva l’attenzione sull’evoluzione della vicenda, pur se tra i sette centri nazionali previsto dal PNRR quello di Torino è stato il solo ad essere formalizzato in Consiglio dei ministri". 

A rassicuare gli animi, già qualche giorno fa, anche la viceministra torinese all'Economia Laura Castelli: "La sede del Centro nazionale per l’intelligenza artificiale sarà a Torino, un’indicazione chiara già presente nella proposta di Pnrr trasmessa al Parlamento e confermata nel parere reso dalla Commissione Trasporti e telunicazioni della Camera dei Deputati  Nessun ripensamento - ha precisato -, il Capoluogo piemontese sarà un laboratorio di innovazione tecnologica e rappresenterà il punto di riferimento per favorire la crescita digitale del Paese”.

Il dibattito in Sala Rossa

Soddisfatte in Sala Rossa le varie parti politiche. "L’attribuzione a Torino del ruolo si sede del CNIA - ha detto il consigliere Aldo Curatella (Gruppo misto - Azione) - è il riconoscimento delle sue attività di innovazione e ricerca, con il CNIA a rappresentare uno snodo fondamentale per definire tutti i parametri dei sistemi definiti come Intelligenza Artificiale (IA)".

Da parte sua, Silvio Magliano (Moderati), ha rievocato la capacità di innovazione e ricerca espressa dal territorio torinese, apprezzando il chiarimento su quello che è stato definito “un equivoco”, una non bella figura. Magliano ha poi sottolineato la necessità, giunti a questo punto, di avere certezze sui tempi di attuazione dell’insediamento del CNIA, un’opportunità enorme per Torino.

Per Torino in Comune-La Sinistra, Eleonora Artesio ha insistito sull’importanza di lavorare affinché vi siano effetti diffusi sulla città e sulla sua struttura sociale. "Spesso su progetti e start up vi sono tanti annunci - ha aggiunto Artesio - ma senza chiarire su quanto questi possano incidere sulla realtà sociale e migliorare la qualità della vita sul territorio".

Francesco Tresso (lista Civica per Torino) ha da parte sua voluto evidenziare come Torino sia qualificata come sede del CNIA per la sua cultura che deriva da secoli di innovazione tecnologica, una cultura che pone al centro l’essere umano, nella ricerca di un equilibrio sociale. 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torino è confermata come sede nazionale dell'Istituto per l'Intelligenza Artificiale

TorinoToday è in caricamento