Qualità della vita 2020, la classifica del Sole 24 Ore: Torino guadagna 12 posizioni

Il capoluogo piemontese si difende, nonostante l'impatto della pandemia

Torino è al 21° posto nella classifica delle province più vivibili d'Italia, secondo la 31° indagine del Sole 24 Ore e nonostante l'impatto della pandemia che inevitabilmente ha influito sul territorio e sulla quotidianità. E tuttavia, sebbene i numeri non sembrino incoraggianti, la situazione nel capoluogo piemontese, rispetto al 2019 è migliorata. Mentre in generale, le province al Nord, hanno risentito del covid, perdendo posizioni nella graduatoria (Milano, vincitrice nel 2018 e 2019, quest'anno è 12ma, ndr),  la città della Mole nel 2020 risale di 12 posizioni passando dalla 33ma alla 21ma.

Facendo un salto indietro, rispetto al lontano 1990, la rimonta è di addirittura 49 posizioni: in quell'anno infatti Torino si trovava al 70° posto. Tornando alla classifica generale di quest'anno, dominata nelle prime tre posizioni da Bologna, Bolzano e Trento, dando uno sguardo alle altre province piemontesi, Cuneo al 20° posto, fa meglio di Torino; poi c'è Novara al 42°; il Verbano-Cusio-Ossola al 50°; Vercelli in 53ma posizione; Biella, 70ma e Alessandria in 75ma posizione. 

Appendino: "Orgogliosa del lavoro svolto"

Sono sei in particolare gli indicatori analizzati dalla ricerca e scendendo nel dettaglio, Torino si difende nella "Ricchezza e consumi", con un reddito cittadino medio procapite all'anno di 22732 euro, e negli "Affari e lavoro" dove risulta in entrambe le classifiche al 7° posto; nell'"Ambiente e servizi" è al 16° mentre precipita negli altri ambiti.

Il risultato di Torino in classifica è stato commentato anche dalla sindaca Chiara Appendino: "Un dato, basato su diversi indicatori, che non può che rendermi orgogliosa del lavoro svolto in questi anni - si legge sul suo profilo Facebook -. Certo, ci sono ancora tanti problemi da risolvere e il lavoro da fare è ancora molto, ma il nostro obiettivo era restituire ai torinesi una città migliore di come l'abbiamo trovata e direi che la direzione intrapresa è quella giusta. Voglio aggiungere un'ultima considerazione. Il tema delle priorità. Come sempre accade - evidenzia la prima cittadina -, ci sono indicatori che trainano questo risultato e sono due in particolare: Affari e lavoro e Ambiente e servizi. E quali sono le colonne portanti su cui cui abbiamo poggiato il nostro progetto politico? Esattamente queste. Non mi stancherò mai di dirlo. Lavoro, impresa e innovazione, ambiente, trasporti, welfare, periferie.  Sono temi che abbiamo sempre considerato fondamentali per Torio e sui quali ci siamo spesi con tutte le nostre forze. Questi dati sono una conferma e, ovviamente, un nuovo punto di partenza". 

Torino però - analizzando tra le diverse variabili biblioteche, biblioteche, utilizzo di internet, palestre, eventi sportivi, cinema, spettacoli, lettura dei quotidiani, offerta culturale - è solo 45ma nella Cultura e tempo libero. Scende ancora all'83° posto in "Demografia e società" e al 90° in "Giustizia e sicurezza". 

Effetto covid

L'effetto covid sulle varie province italiane è stato misurato prendendo in esame 25 indicatori che misurano l'impatto della pandemia attraverso i trend in variazione percentuale di alcuni fenomeni che hanno caratterizzato il 2020. Ad essere analizzati il Pil pro capite; le ore di cassa integrazione autorizzate; il Reddito di cittadinanza; le iscrizioni; i decessi e le nascite; le cancellazioni all’anagrafe e al registro imprese; il numero di bar e ristoranti; la litigiosità in tribunale. Non che il covid non abbia avuto influenza sulla quotidianità dei torinesi, ma rispetto ad altre città del Nord, i danni sono ancora contenuti. 

Province turistiche in calo

A essere penalizzate in questa classifica sono soprattutto le province turistiche. Calano in particolare Venezia, che si trova in 33° posizione perdendone 24 rispetto al 2019; Napoli, al 92° posto ne perde 11; Roma 32ma, cala di 14 posti e Firenze, 27ma, scende di 12. A essere in controtendenza solo la Liguria che segnala un miglioramento su tutto il territorio. Genova in particolare, che ricorderà questo 2020 anche per l'inaugurazione del nuovo viadotto dopo il disastroso crollo del Ponte Morandi, è 19ma e recupera 26 posizioni rispetto all'anno precedente.  
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Firmato il decreto: Piemonte zona arancione, che cosa si può e non si può fare da domenica 17 gennaio 2021

  • Piemonte in zona gialla: le regole in attesa della nuova stretta nazionale

  • Torino, ruba il portafoglio dimenticato in farmacia. E spende i soldi per fare la spesa: "Non vivo nell'oro"

  • Infarto mentre fa jogging nel parco a Torino, morto avvocato di Settimo. Ambulanza bloccata dai dissuasori

  • Tragedia alla fermata a Torino: colpito da un malore, morto sotto gli occhi di numerose persone

  • Primark apre a Le Gru: in arrivo il marchio che fa impazzire le adolescenti di tutto il mondo

Torna su
TorinoToday è in caricamento