rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
Attualità

Il più grande torneo indoor del mondo arriva a Torino: la vetrina delle ATP Finals

L’evento, che verrà ospitato per cinque anni, avrà importanti ricadute sul territorio

Tutto è pronto a Torino per ospitare le Nitto Atp Finals che si svolgeranno al Pala Alpitour da domenica 14 a domenica 21 novembre. Nella conferenza stampa di oggi, venerdì 5 novembre, al Grattacielo Intesa Sanpaolo le Nitto ATP Finals sono state presentate ufficialmente.

Erano presenti il presidente della Federazione Italiana Tennis Angelo Binaghi, la sottosegretaria allo Sport Valentina Vezzali, il presidente dell’ATP, Andrea Gaudenzi, il presidente di Sport e Salute Vito Cozzoli, l’assessore allo Sport al Turismo e agli Eventi della Città di Torino Domenico Carretta, l’assessore della Regione Piemonte Fabrizio Ricca e il presidente di Intesa Sanpaolo Gian Maria Gros-Pietro.

I rappresentanti istituzionali della Città e della Regione, che hanno dato merito anche alla ex sindaca Appendino, oggi presente con il neonato Andrea  appena 7 giorni fa, per l’impegno profuso per portare questo evento in città, hanno sottolineato l’importanza di questa vetrina internazionale per Torino e per il Piemonte.

Il Presidente della FIT Angelo Binaghi nel suo discorso ha espresso tutto il suo entusiasmo: "Siamo sicuri che saranno le migliori Atp Finals di sempre", ha detto.

C'è grande orgoglio anche nelle parole di Andrea Gaudenzi, il presidente Atp: “Torino sarà la 15ª città ad ospitare il torneo dei maestri che ha alle spalle 50 anni di storia e io sono orgoglioso che al via ci sia (almeno) un italiano come Berrettini”.

Roger Federer, con sei titoli, vanta il record di successi  nel Torneo davanti a Novak Djokovic, Pete Sampras e Ivan Lendl a quota 5. L’ex cecoslovacco, naturalizzato statunitense, detiene anche il primato di 9 finali  consecutive.

La sottosegreteria allo sport, la grande campionessa di scherma Valentina Vezzali, ha sottolineato come Torino abbia tutte le carte in regola per ospitare un evento come questo che è stato conquistato anche grazie all'eredità olimpica che ha lasciato alla città un impianto come il Pala Alpitour.

"Torino è una città che conosco bene e che apprezzo da sempre, avendola frequentata anche da atleta, vuoi per i Mondiali di scherma del 2006 vuoi per le tante gare di Coppa del Mondo che ha ospitato nel corso degli anni. L’Italia ha dimostrato di saper fare squadra dimostrando una grande credibilità a livello organizzativo, dirigenziale e sportivo".

Anche il neo assessore allo sport, Mimmo Carretta, ha espresso il desiderio che in città si crei un effetto simile a quello olimpico, quando addirittura uno sport come il curling, sconosciuto ai più, divenne invece popolarissimo.

L'assessore allo Sport della Regione Piemonte, Ricca, ha sottolineato come insieme al Presidente Cirio, passato nel finale della conferenza, “lavoriamo da 3 anni perché si possa riaprire una porta olimpica (Milano-Cortina 2026). Noi abbiamo lasciato la porta aperta per cogliere un’eventuale opportunità e nel futuro vedremo quali saranno le risposte”.

ATP Finals: il programma

Le Atp Finals, in programma dal 14 al 21 novembre al Pala Alpitour di Torino, assegneranno il titolo di "Maestri" dell'anno a uno degli otto migliori singolaristi e a una delle otto migliori coppie di doppio della stagione.

Gli 8  protagonisti dell’edizione 2021 si sono qualificati  in base alla “FedEx ATP Race to Turin”, la classifica che tiene  conto dei 19 migliori punteggi ottenuti dai giocatori nel corso dell’anno. 

A tutt’oggi, sono aritmeticamente promossi Novak Djokovic, Daniil  Medvedev, Stefanos Tsitsipas e Alexander Zverev, che hanno già vinto il trofeo nelle passate edizioni.      

Si sono confermati Andrej Rublev, presente l’anno scorso e Matteo Berrettini, alla    seconda apparizione dopo quella del 2019. Il tennista romano è il primo italiano a fare il bis e è stato l’unico a riuscire a vincere un incontro due anni fa a Londra.

Adriano Panatta nel 1975 e Corrado Barazzutti nel 1978 restarono senza successi nella loro unica apparizione.

Le partite sono al meglio di tre set, con tie-break sul  6 pari in tutti i set. Gli otto singolaristi e le otto coppie giocheranno suddivisi in due gironi all’italiana: i primi due classificati si affronteranno nelle semifinali incrociate che designeranno i finalisti.

Saranno 15 le sessioni di gioco, 8 pomeridiane e  7 serali, con due   singolari e due doppi al giorno da domenica 14 a sabato 20 novembre, con     inizio alle 11.30 e alle 18.30. Domenica 21 novembre le finali a partire dalle 14.30 con  il doppio e, non prima delle 17, il singolare.

Atp, Finals: biglietti

Sono già 120 mila i biglietti venduti di cui il 18% all'estero con 60 Paesi coinvolti. L'incasso attuale ha già superato i 15 milioni. La ricaduta economica prevista è tra i 120 e i 150 milioni di euro. Oltre al boom di turismo in città, previsto nei giorni dell'evento, si sta puntando a fare in modo che il tennis diventi un volano per gli eventi, diventando sempre più importante nei 5 anni in cui Torino ospiterà il torneo.

I tagliandi si possono ancora acquistare presso la biglietteria in Piazzale Grande Torino, all'ingresso nord del Pala Alpitour, sul sito e tramite la piattaforma Ticketone. Sono disponibili soluzioni per la clientela business, distribuite in partnership con DAO, e servizi di Incoming&Experience per il grande pubblico acquistabili tramite il Gattinoni Travel Network.

Oltre che sul circuito TicketOne sarà possibile acquistare i tagliandi nel nuovo box office di Piazzale Grande Torino, all’ingresso Nord del Pala Alpitour, che è aperto tutti i giorni dalle 10 alle 18, dove sono in vendita anche i tagliandi per la Coppa Davis e per assistere agli allenamenti sul campo del Circolo della Stampa Sporting, ( inizieranno già lunedì 8 novembre) dei campioni che saranno protagonisti al Pala Alpitour nelle Finals.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il più grande torneo indoor del mondo arriva a Torino: la vetrina delle ATP Finals

TorinoToday è in caricamento