Domenica, 17 Ottobre 2021
Attualità

Terza dose di vaccino anticovid? Forse non necessaria per tutti: cosa ha detto Franco Locatelli (Cts)

"Dico con estrema chiarezza che per quello che riguarda i soggetti sani e giovani è tutto fuorché scontato che si debba andare verso una terza dose"

"Dico con estrema chiarezza che per quello che riguarda i soggetti sani e giovani è tutto fuorché scontato che si debba andare verso una terza dose". Parola del coordinatore del Comitato tecnico scientifico Franco Locatelli, a margine di un evento a Genova. Today riporta quanto affermato nelle scorse ore dal presidente del Consiglio superiore di Sanità del Ministero della salute e coordinatore del Comitato tecnico scientifico: "È stato detto chiaramente anche dall'Agenzia europea del farmaco e dallo stesso Oms, non dimenticandoci che abbiamo una situazione mondiale globale per cui è importante riuscire a dare copertura per quei Paesi a basso e medio reddito dove la campagna vaccinale è imparagonabilmente più bassa in termini di coloro che hanno ricevuto l'immunizzazione rispetto al nostro Paese”. 

Più dell'82% della popolazione vaccinabile ha ricevuto almeno una dose

"La campagna vaccinale del Paese, e lo scandisco, è stata chiaramente un successo. Abbiamo più dell'82% della popolazione vaccinabile che ha ricevuto almeno una dose e non è un caso che la nostra curva epidemica del covid sia la migliore di tutti i Paesi europei", ha detto Locatelli prima di parlare di vaccinazioni anticovid e influenza: “Vanno almeno proposte assieme, poi da un punto di vista logistico-organizzativo è una questione che va maggiormente gestita a livello di dipartimenti di prevenzione delle aziende sanitarie territoriali" ha aggiunto il presidente del Consiglio superiore di sanità e coordinatore del Comitato tecnico scientifico. Maggiori approfondimenti su Today.

Piemonte, terza dose di vaccino anticovid: la situazione

Dopo avere avviato, il 20 settembre, la somministrazione delle terze dosi agli immunodepressi, lunedì 4 ottobre 2021 il Piemonte partirà con la somministrazione delle dosi aggiuntive di vaccino anticovid (la cosiddetta “terza dose” appunto) agli ospiti e operatori delle Rsa e agli over 80. Si tratta di coloro che sono stati vaccinati con la seconda dose oltre sei mesi fa e che, quindi, potranno essere vaccinati con la terza.

Punti vaccinali, accessi diretti in Piemonte estesi fino al 31 ottobre

La Regione Piemonte ha deciso di prorogare ulteriormente l’accesso diretto negli hub del territorio per tutte le fasce d’età fino al 31 ottobre. È possibile quindi presentarsi anche senza prenotazione in uno dei centri vaccinali elencati sul sito della Regione. Ad oggi hanno usufruito di questa possibilità in Piemonte quasi 200 mila persone.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terza dose di vaccino anticovid? Forse non necessaria per tutti: cosa ha detto Franco Locatelli (Cts)

TorinoToday è in caricamento