Attualità Nizza Millefonti / Corso Spezia

Strisce blu zona ospedali, gli infermieri: "I parcheggi a pagamento sono solo una tassa"

Oggi l'incontro con l'assessora Lapietra

Il sindacato degli infermieri e delle professioni sanitarie ribadisce il no alla probabile estensione della sosta a pagamento nella zona ospedali di Torino. Proprio oggi, giovedì 21 marzo, è previsto l'incontro con l’assessora comunale Maria Lapietra.

“Deve prevalere il buon senso - hanno dichiarato il segretario provinciale del Nursing Up Roberto Aleo e i dirigenti sindacali Andrea Pici e Francesca Labate -, questo provvedimento ingiusto, iniquo, che penalizza cittadini residenti, pazienti e lavoratori, va sospeso. Non si può infatti procedere se prima non verranno accettate le proposte da parte delle organizzazioni sindacali dell’Azienda Sanitaria, fatte lo scorso autunno, per venire incontro al disagio dei pazienti, familiari e lavoratori. Parliamo di almeno 9.000 dipendenti che si recano giornalmente al lavoro, senza contare studenti, fornitori e addetti ai servizi, e di migliaia di accessi da parte dei pazienti e delle loro famiglie”. 

Una tassa per tutti 

Il provvedimento che l'amministrazione valuta da tempo è definito dagli infermieri una "tassa, un modo per mettere le mani nelle tasche di lavoratori della Città della Salute, dei residenti e dei pazienti e loro familiari". 

“Da più di un anno affrontiamo incontri e riunioni in cui non si riesce a dipanare la matassa del grave problema delle Strisce Blu in zona ospedali – attaccano Aleo, Pici e Labate -. Una follia che il Comune vuole imporre, in una zona critica per la viabilità visti i lavori per il prolungamento della Metro fino in Piazza Bengasi, e costantemente sovraffollata per l’accesso alle prestazioni sanitarie dei cittadini, per non parlare del giornaliero transito di migliaia di lavoratori".

Mezzi pubblici non efficienti 

Senza contare, aggiungono dal sindacato, che la qualità dei mezzi pubblici in zona "lascia molto a desiderare". "Per risolvere i problemi di viabilità e di inquinamento non si parte dall’imporre una tassa. Negli incontri avvenuti in precedenza con l’assessora Lapietra - proseguono - , sia in azienda che in Circoscrizione, si è cercato sempre di trovare un punto di mediazione e una soluzione al problema, e il Nursing Up insieme alle altre organizzazioni sindacali, pur tentando una mediazione, ha sempre ricevuto risposte interlocutorie. Adesso basta, l’assessore deve prendere atto dell’impossibilità di portare avanti tale decisione se non mettendo in pratica ragionevoli percorsi di tutela di cittadini, pazienti e lavoratori”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Strisce blu zona ospedali, gli infermieri: "I parcheggi a pagamento sono solo una tassa"

TorinoToday è in caricamento