Attualità Nizza Millefonti / Corso Bramante

Nuovo supermercato Esselunga, il Consiglio di Stato dà ragione al Carrefour e ferma i lavori

Ora il Comune deve restituire circa 10 milioni di euro

Il Consiglio di Stato dà ragione al Carrefour e dice no alla costruzione dell'Esselunga in corso Bramante a Torino, dove aveva sede l'ex filiale Fiat. Il permesso concesso nel 2017 al Comune di Torino per costruire in deroga al piano regolatore della città è stato annullato poiché dichiarato illegittimo. In realtà pare che la deroga potesse essere concessa al Comune, solo per riqualificare un'area degradata e non per sistemare un vecchio stabile, così come è realmente accaduto.

Una sentenza che fa tirare un sospiro di sollievo al Carrefour situato alle spalle, a distanza di un solo isolato, e che aveva presentato ricorso. La situazione però rischia di mettere in crisi le finanze di Palazzo Civico che con ogni probabilità dovrà restituire i circa 10 milioni di euro pagati quattro anni fa da Esselunga per la valorizzazione della zona. Lo stop ai lavori tra l'altro, arriva quando il cantiere per la realizzazione della struttura è già oltre al 60%, così come le connesse opere di viabilità e di riqualificazione.  

"Questa non può essere nient’altro che una buona notizia - ha commentato Diego Giacobbi, cittadino che l'anno scorso in Sala Rossa aveva portato un'interpellanza del cittadino sul tema in cui sottolineava le anomalie del progetto -. Soddisfatto che il Consiglio di Stato abbia evidenziato e confermato che si trattava solo di una scusa per far cassa, cosa alquanto evidente. E, vista la gravità della situazione con i lavori in uno stato avanzato e il rischio di dissesto finanziario, sarebbe più che lecito ora che l’amministrazione creasse immediatamente un tavolo per dare il via ad un progetto partecipato coinvolgendo le Circoscrizioni, la cittadinanza e la stessa Carrefour. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo supermercato Esselunga, il Consiglio di Stato dà ragione al Carrefour e ferma i lavori

TorinoToday è in caricamento