menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Gli stambecchi a Balme (foto Facebook @ Montagne delle Valli di Lanzo, Orco, Soana, Sacra e Chiusella)

Gli stambecchi a Balme (foto Facebook @ Montagne delle Valli di Lanzo, Orco, Soana, Sacra e Chiusella)

Gli stambecchi scendono a Balme: ogni anno in questo periodo, lo straordinario spettacolo della natura

In branchi, si aggirano vicino all'abitato alla ricerca di teneri germogli da brucare

Vivere in montagna può essere scomodo, ma godere dello spettacolo che offre di consueto la natura compensa in qualche modo tutti gli svantaggi. E' infatti una scena ormai abituale quella a cui si può assistere, in questo periodo dell'anno nel centro di Balme. Proprio nel centro del più alto villaggio delle Valli di Lanzo non è raro, in primavera, vedere aggirarsi branchi numerosi - fino a 15 o 20 esemplari - di stambecchi maschi. Dopo essersi accoppiati con le femmine a dicembre e aver passato i mesi più duri in alta quota - senza andare in letargo -, per sfamarsi con le poche erbe secche sopravvissute sulle creste delle montagne, ora scendono a valle, in cerca dei teneri germogli che offre la stagione. Non è raro quindi, vederli muoversi nei centri abitati. 

In molti nelle ultime settimane, soprattutto gli amanti della fotografia, si appostano nei prati per godere di questo straordinario spettacolo. Ma gli stambecchi, assicurano gli esperti, anche se non sono aggressivi, non amano il contatto umano e nello stesso tempo non lo temono. Ormai abituati alla presenza delle persone infatti, raramente scappano. Tuttavia, a chi si imbattesse in questo straordinario spettacolo, converrebbe comunque sia, osservarli da una certa distanza e 'dal basso', per lasciar comunque loro la via di fuga verso le rocce, il loro regno.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento