Bardonecchia, fino all'11 novembre skipass stagionali a prezzo promozionale

La stagione, neve permettendo, dovrebbe prendere il via nel week-end dell'Immacolata

È partita anche a Bardonecchia la campagna Skipass stagionali, in vista dell’apertura della stagione sciistica che dovrebbe partire - ma la data non è ancora ufficiale poichè determinant saranno le condizioni meteo - nel week-end dell'Immacolata, cioè quello dell'8 e 9 dicembre. Fino all’11 novembre gli abbonamenti da utilizzare per il comprensorio sciistico di Bardonecchia si potranno acquistare allo stesso prezzo dello scorso anno.

I prezzi e le agevolazioni 

Fino a quella data lo stagionale singolo costerà 595 euro mentre dopo salirà a 800 euro mentre lo stagionale famiglia (minimo tre persone) si potrà acquistare subito a 540 euro anziché a 700. Gratuito invece, prima e dopo, lo stagionale Under 7 e conveniente anche la formula “12 giorni” (anche non consecutivi) in vendita ora a 330 euro, poi a 350. Per ciò che riguarda lo skipass giornaliero non si ha ancora conferma ufficiale del prezzo che però dovrebbe restare fermo a 37 euro, come nella passata stagione. 

Ma con l’acquisto dello stagionale i suoi possessori avranno l’opportunità di sciare gratuitamente in tante località. Si riceveranno infatti 3 giornalieri gratuiti per Monginevro, 3 giornalieri gratuiti per Vallorie-Valmeinier, 3 giornalieri gratuiti utilizzabili nelle stazioni Labellemontagne di: Orcières 1850, La Bresse-Hohneck, Saint-François Longchamp, Manigod, Risoul 1850, Espace Diamant (Notre-Dame de Bellecombe,  Praz sur Arly, Crest-Voland).

E ancora 3 giornalieri gratuiti a scelta tra le stazioni del gruppo Haute Maurienne Vanoise: Valcenis, Valfréjus, Aussois, La Norma, Bonneval Sur Arc, Bessans; 3 skipass scontati da usufruire sugli impianti della Vialattea (Sestriere, Sauze D’Oulx, Sansicario, Cesana). Per tutti i possessori degli abbonamenti stagionali sono previste poi importanti agevolazioni tra cui, forse la più importante, lo sconto del 20% sul pedaggio dell’autostrada A32 Torino-Bardonecchia. 

Novità sulle piste 

Esordirà in questa stagione la nuova pista Chesal - Melezet. Una pista “blu” che permetterà a tutti gli sciatori di utilizzare l’area del Melezet che dal Chesal a quota 1805, riporta in località Plana alla partenza della seggiovia, rendendo cosi più fruibile l’area del Melezet. Si tratta del completamento di un progetto che permette a tutti gli appassionati, anche i meno esperti, di spostarsi agevolmente tra le piste del Colomion e del Melezet e godersi appieno tutto il comprensorio sciabile.

È stato intrapreso un progetto di implementazione dell’area dello snow park del Melezet nell’area Selletta, individuata come più idonea per caratteristiche morfologiche e di innevamento, con una prima fase che si svilupperà  durante questa stagione invernale  per poi concludersi con la prossima 2019/2020. Sono iniziati i lavori per la realizzazione della nuovissima “Alpine Coaster” nel comprensorio del Colomion. Si tratta di percorso su rotaia utilizzabile con bob a 2 posti, grande divertimento per tutti, grandi e bambini, che potranno vivere la montagna con un’ottica diversa, importante ampliamento dell’area ludica di Bardonecchia.

Lavori in corso 

Continua inoltre l’impegno di Colomion per migliorare la fruibilità e la qualità del comprensorio sciistico di Bardonecchia. Dopo la nuova seggiovia “6Gigante” allo Jafferau, inaugurata nel dicembre 2017, sono partiti i lavori per la parte in quota del comprensorio del Melezet. Sono state infatti avviate le progettazioni e le fasi autorizzative per l’ammodernamento di due macro aree: la Selletta e il Bosco/Vallon Cros/Seba. Il progetto prevede la realizzazione di nuovi impianti e nuove piste.

Il primo impianto di questo completo riordino dell’area della Selletta è già stato acquistato ed approvvigionato e si tratta di una seggiovia quadriposto con cupola che servirà l’asse Chesal - Selletta, andando a sostituire la sciovia e la seggiovia biposto omonime nella stagione 2019/20. Per quanto concerne l’area del Bosco/Vallon cros/Seba si sta lavorando per rendere possibile l’avvicinamento in alta quota con impianti di trasporto a fune aerea (in sostituzione delle sciovie omonime).

Le sciovie del Bosco e del Vallon Cros non saranno invece usufruibili per la stagione 2018/19 a causa di fasi autorizzative in itinere lunghe e complesse, giunte a scadenza a causa di un vuoto normativo causato dall’avvicendamento governativo del trascorso anno, mentre continuerà ad essere usufruibile l’impianto Seba, che permette di raggiungere punta Seba a m. 2263 di altitudine.

Potrebbe interessarti

  • Sagre, feste e prodotti tipici: 6 appuntamenti da non perdere a luglio

  • Sei bersagliato dalle punture di zanzara? Sette motivi per cui preferiscono proprio te

  • Insalata di petti di pollo alla piemontese: una ricetta veloce, fresca e saporita

  • "Quando la bicicletta non sta sul balcone"

I più letti della settimana

  • Tragedia nella serata: donna si suicida gettandosi dal settimo piano

  • Terribile scontro fra due veicoli: morto un papà, due feriti

  • Tragedia nel condominio, uomo si toglie la vita gettandosi dal balcone  

  • Auto esce di strada e si schianta contro un albero, medico grave in ospedale

  • Autocisterna travolge bici, ragazza resta schiacciata sotto le ruote: morta

  • Detrito come un proiettile trapassa un'auto da parte a parte: conducente illeso per miracolo

Torna su
TorinoToday è in caricamento