Venerdì, 30 Luglio 2021
Attualità

Bardonecchia, al via vendita degli skipass stagionali: tutti i prezzi e le modalità di rimborso covid

Casse automatiche, vendite online e nuovi orari per le scuole di sci per snellire le code

Era già stato annunciato ma Bardonecchia conferma anche quest'anno, nonostante l'emergenza sanitaria e il peggioramento della situazione dei contagi, la vendita degli skipass stagionali per la stagione sciistica invernale 2020-2021. Dal 31 ottobre al 15 novembre è infatti aperta la vendita degli abbonamenti, allo stesso prezzo dello scorso anno. Obiettivo: permettere agli operatori locali - Scuole di sci e maestri, così come ai clienti, di trascorrere un inverno sulle piste, il più possibile all'insegna della normalità. Non sarà così invece sulla Vialattea dove quest'anno, per l'impossibilità di attuare una programmazione adeguata, si è deciso di non vendere gli skipass stagionali. 

Prezzi e rimborsi causa covid

Lo stagionale singolo nel periodo promozionale costerà 600 euro, dopo il 15 novembre, 810. Per gli under 10 il prezzo è di 495 prima e di 700 dopo; per gl over 75, 220 euro contro i 350, mentre gli under 7 scieranno gratis tutta la stagione. Il pezzo di 12 giorni anche non consecutivi è di 340 euro. E poi ci sono le vantaggiose offerte per tutta la famiglia.  Inoltre, in caso di chiusura totale degli impianti per almeno 20 giorni consecutivi a causa Covid imposta dalle autorità competenti, i titolari di abbonamento stagionale, che non lo abbiano ancora utilizzato per almeno 30 giornate, potranno recedere e richiedere il rimborso del prezzo, secondo alcune percentuali  entro alcune date.

Nell’eventualità che, causa Covid, gli impianti non possano essere aperti all’inizio della stagione, potrà essere richiesto il rimborso del 100% del prezzo. Il rimborso dovrà essere richiesto entro 20 giorni dal lockdown causa Covid, cosi che lo stagionale possa essere disabilitato. L’utente potrà decidere di mantenere attivo il proprio stagionale per utilizzarlo nell’eventualità della riapertura degli impianti: in questo caso non sarà previsto nessun rimborso.

Niente coda alle casse e agli impianti

Quest’inverno gli sciatori potranno raggiungere le piste in modo veloce, pratico e sicuro, grazie all’installazione nei principali punti di accesso di nuove casse automatiche. Ma non solo, entrerà in funzione anche un sistema di vendita online più semplice, rapido ed intuitivo, che permetterà di pre-acquistare il proprio skipass senza passare dalle casse.
Per rendere più fluido l’accesso agli impianti di risalita, le Scuole di Sci si sono organizzate per programmare gli orari delle lezioni in modo tale da consentire a tutti gli sciatori un agile accesso agli impianti di arroccamento. Inoltre, nei giorni festivi verrà anticipata l’apertura per permettere agli Sci Club di allenarsi regolarmente. Verranno infine previsti sistemi di sicurezza per i più piccoli, con controlli costanti sul distanziamento e sul rispetto delle normative.

Nuovi impianti

Il comprensorio conta su 100 km di piste con numerosi e innovativi impianti di risalita. Come preannunciato lo scorso inverno durante l’inaugurazione della nuova seggiovia quadriposto Sellette, è stato ultimato il programma di ammodernamento dell’area di Melezet con i due nuovi impianti del Bosco e del VallonCros. Con la conclusione di questo progetto è possibile offrire agli amanti dello sci alpino nuovi km di piste fuori bosco, fino a raggiungere 2500 metri di quota in un contesto paesaggistico straordinario.

Bardonecchia inverno piste 4-4

Al contempo, è stato implementato il sistema di innevamento programmato, che permetterà di innevare le piste in tempi rapidi. In questi ultimi anni la Colomion ha riammodernato gran parte degli impianti di risalita del comprensorio. Oggi, il Bosco ed il VallonCros si aggiungono al piano di investimenti che la società ha portato avanti in questi ultimi anni: dalla seggiovia 6Gigante dello Jafferau, passando per l’Alpine Coaster di Campo Smith, fino alla seggiovia quadriposto del Sellette.

"Daremo il via alla nuova stagione, con tutte le cautele e le attenzioni richieste da questo particolare momento - ha commentato Nicola Bosticco, Ad della Colomion Spa -. Da anni sosteniamo l’economia locale ed il turismo con un programma di continui investimenti, mirati a soddisfare le richieste della nostra clientela. Quest’anno abbiamo realizzato altri due impianti: il Bosco e il VallonCros, il quali permetteranno di incrementare il numero di piste a disposizione degli sciatori e i km di area sciabile in quota, in un contesto paesaggistico davvero unico. Inoltre, durante tutte le fasi dei lavori, sono state coinvolte imprese locali ed è importante sottolineare che per la nostra società si tratta di un impegno sensibile in termini di risorse, pari a 2.5 milioni di euro”

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bardonecchia, al via vendita degli skipass stagionali: tutti i prezzi e le modalità di rimborso covid

TorinoToday è in caricamento