rotate-mobile
Attualità

Sicurezza: sondaggio Demopolis/Citynews, un torinese su due si sente meno sicuro di 5 anni fa

I dati nazionali in comparazione con le rilevazioni torinesi: c'è un sentimento di insicurezza diffuso

Un italiano su due si sente oggi, rispetto a 5 anni fa, meno sicuro nella città in cui vive. A Torino il dato è in linea con la media nazionale: il 53% delle persone percepisce una diminuzione in termini di sicurezza rispetto al 2013.

Il 47% dei torinesi, inoltre, non si sente particolarmente sicuro ("poco e per niente") all'ombra della Mole; per quasi il 70% degli intervistati servono urgentemente degli investimenti in sicurezza urbana e politiche per l’occupazione e il lavoro, mentre per il 67% occorre una differente gestione dell'immigrazione. Al secondo posto nella scala delle priorità stanno le misure per il rilancio dell’economia, la riduzione della pressione fiscale e la richiesta di una maggiore efficienza della sanità pubblica.

Sondaggio sicurezza Torino

I dati nazionali: la percezione di insicurezza aumenta tra gli italiani

Non solo Torino. La percezione di insicurezza si avverte in tutte le regioni del Centro Nord del Paese: è quanto emerge da un sondaggio condotto nel settembre 2018, per il Gruppo Editoriale Citynews e le testate del gruppo, dall’Istituto Demopolis. "Il 46% degli intervistati nazionali - spiega il direttore di Demopolis Pietro Vento - dichiara di non sentirsi oggi tranquillo nella zona in cui vive o lavora: si tratta di un dato che in Italia appare in forte crescita rispetto agli anni precedenti”.

Il sondaggio dell’Istituto Demopolis per Citynews ha analizzato la graduatoria delle paure più avvertite dalle famiglie: prevale, per 6 intervistati su 10, il timore di subire furti o rapine in casa o al lavoro. Il 58% teme scippi o aggressioni fuori dalle mura domestiche; il 41% di poter essere vittima di molestie o violenze; un terzo si dichiara preoccupato dalla crescita della diffusione delle droghe.

Demopolis ha chiesto anche agli italiani di stilare la loro agenda per il Governo del Paese: assolutamente prioritarie, per il 70%, sono le misure per l’occupazione ed il lavoro; i due terzi chiedono di puntare su misure atte a favorire la ripresa dell’economia dopo la crisi di questi anni. Stabile, al terzo posto, il tema storico della necessaria riduzione della pressione fiscale per le famiglie e le imprese, segnalato dal 63%. Al quarto posto, tema sensibile per 6 italiani su 10 è la richiesta di interventi per una maggiore sicurezza urbana; indicazioni maggioritarie, infine, riguardano la gestione dell’immigrazione e l’efficienza della sanità pubblica.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sicurezza: sondaggio Demopolis/Citynews, un torinese su due si sente meno sicuro di 5 anni fa

TorinoToday è in caricamento