Attualità Centro / Piazza Castello

Sicurezza, a Torino arriva la centrale di videosorveglianza: alert in tempo reale contro i crimini

Questo grazie a un patto per la sicurezza che è stato siglato da Regione, Prefettura e Comune di Torino

La Città di Torino verrà dotata di un sistema intelligente di videosorveglianza che permetterà di intensificare l'azione delle forze di polizia in contrasto alla criminalità, soprattutto nelle zone periferiche. Questo grazie a un patto per la sicurezza che è stato siglato da Regione, Prefettura e Comune di Torino. 

"È molto importante l'interconnessione tra i sistemi", spiega il Prefetto di Torino, Raffaele Ruberto, "e questo è l'elemento di novità, mettere in connessione i diversi sistemi di vigilanza del territorio non solo della Città di Torino, ma anche di molti comuni della cintura. Faremo in modo che le immagini vengano remotizzate dentro le centrali di polizia per favorire l'intervento immediato delle pattuglie che in quel momento sono in quell'area geografica". 

Per permettere di mettere in campo questo sistema la Regione Piemonte ha stanziato un milione di euro: "Il costo riguarda il server che deve essere molto potente. Ci saranno tre livelli diversi di allerta che comprendono tipologie differenti di reato. Se un'auto oggetto di furto passa nel raggio di azione delle telecamere sarà remotizzata e scatterà un allerta specifica. C'è un livello ancora più raffinato che riguarderà veicoli o persone sulle quali ci sono indagini", continua il Prefetto di Torino. 

"Destiniamo un milione di euro per la sicurezza di Torino e delle zone periferiche dove spaccio, delinquenza e baby gang sono fenomeni che ultimamente hanno creato enorme disagio", spiega Fabrizio Ricca, assessore alla sicurezza della Regione Piemonte, "Creeremo pattuglie interforze per il controllo del territorio. Poi telecamere per riconoscere chi commette i crimini. Crediamo che la sicurezza sia un diritto che vada garantito e impegniamo queste risorse affinché le periferie di Torino possano tornare posti normali dove poter vivere in maniera serena e dove tutti possano girare a qualsiasi ora del giorno e della notte in maniera assolutamente tranquilla.  

"I temi della sicurezza sono al centro dell'agenda del Comune. La sicurezza prima da ripristinare in alcune zone della città è quella sociale e noi abbiamo una dimensione di investimento importante per quanto riguarda i temi dell'inclusione per fare in modo che le zone più in difficoltà possano recuperare terreno", ha commentato il sindaco di Torino, Stefano Lo Russo, "Il tema del presidio e del controllo del territorio sono un elemento che può aiutare questa strategia di sicurezza integrata che è quella su cui siamo impegnati". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sicurezza, a Torino arriva la centrale di videosorveglianza: alert in tempo reale contro i crimini
TorinoToday è in caricamento