Attualità

Giro d'Italia, al via la seconda tappa dalla Palazzina di Caccia di Stupinigi

E tutta Nichelino si veste a festa

Dopo il cronoprologo di apertura del 104° Giro d'Italia a Torino, che ha visto assegnare la prima maglia rosa al piemontese Filippo Ganna, oggi - domenica 9 maggio - si parte da Stupinigi. La seconda tappa - una frazione pianeggiante di 179 km dedicata soprattutto alle ruote veloci - muoverà alle 12.40 da viale Torino, davanti alla Palazzina di caccia di Stupinigi, verso Novara. 

Un giorno di festa

E Nichelino, per il via alla seconda frazione del Giro, si è vestita a festa. Stamattina ci saranno la Banda Musicale Civica Giacomo Puccini, il Gruppo Storico Conti Occelli di Nichelino e le maschere locali Monsù Panaté e Madama Farina, protagonisti durante la cerimonia di partenza della corsa. Inoltre anche oggi apre il MercaGiro nella centrale piazza Di Vittorio, sede del 'villaggio rosa', dove fra palloncini colorati e stand degli sponsor e radiofonici, domina una bicicletta gigante. Il MercaGiro proporrà ai visitatori le eccellenze del territorio e altre sorprese. Ma altre iniziative, per la promozione del territorio, faranno da contorno alla corsa rosa. Le vetrine dei negozi sono state allestite a tema e sarà l'occasione per promuovere il 'pane rosa' dell'associazione 'Stupinigi è', realizzato appositamente per l'evento, con farina tipo 1 della Filiera di Stupinigi e  rape rosse.

Nichelino dunque, riparte dal e con il Giro d'Italia e lo fa dalla Palazzina di caccia, patrimonio dell'Unesco. "Il Giro a Nichelino è la realizzazione di un sogno – spiega il sindaco  Giampiero Tolardo – La conferma che il lavoro in sinergia fra diversi enti porta a risultati importanti. Saranno nella nostra città i più forti ciclisti del mondo e tutta l'Italia vedrà in televisione Nichelino e Stupinigi e la sua bellissima Palazzina di Stupinigi. Sarà un grande volano promozionale e turistico". 

Il percorso

I corridori si dirigeranno su via XXV Aprile e via Debouché verso Vinovo, None e successivamente Virle Piemonte; da qui sconfineranno in provincia di Cuneo per arrivare al Castello di Racconigi. Torneranno poi nel Torinese, attraversando Carmagnola per poi proseguire per Villastellone, Santena, Chieri e Andezeno. La carovana rosa seguirà il percorso in direzione di Castelnuovo Don Bosco nell'Astigiano, fino alle province di Vercelli e l'arrivo a Novara, previsto attorno alle 17. 

Un evento in sicurezza

Ma l'emergenza sanitaria non è ancora finita e siccome i grandi eventi tendono a radunare molta gente, anche oggi - come ieri nel cronoprologo di apertura a Torino - servirà un occhio attento agli assembramenti. L'organizzazione della tappa, anche per questo, impegnerà diversi servizi comunali, polizia municipale, protezione civile e oltre 140 volontari che saranno coinvolti per garantire la realizzazione in sicurezza della manifestazione e l'allestimento cittadino. Saranno presenti 35 volontari della Croce Rossa, 20 dell'Associazione Nazionale Carabinieri, 8 dell'associazione Moto Polizia Stato in congedo, 10 dell'associazione G.S. Atletica Nichelino, 12 dell'associazione Nazionale Alpini sezione di Nichelino, 6 dell'associazione volontari Tutela Ambientale, 9 dell'associazione Polesani nel mondo, 3 del comitato quartiere Bengasi, 8 del comitato quartiere Boschetto, 9 del comitato quartiere Castello,  5 del comitato quartiere Juvarra, 6 del comitato quartiere Kennedy, 6 del comitato quartiere Oltrestazione, 9 del comitato quartiere Sangone – Crociera. 


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giro d'Italia, al via la seconda tappa dalla Palazzina di Caccia di Stupinigi

TorinoToday è in caricamento