Domenica, 17 Ottobre 2021
Attualità

Piemonte, alunni di seconda e terza media in classe a gennaio: il Tar dà ragione al presidente della Regione

Bocciato il ricorso di un gruppo di genitori. Per i giudici la decisione di Cirio è legittima

Anche se il Piemonte passa in zona gialla, gli studenti di seconda e terza media non tornano in aula, come avrebbero voluto un centinaio di genitori e educatori che hanno presentato ricorso contro la decisione della Regione (Decreto n. 132 del 28/11/2020).  Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Piemonte oggi è entrato nel merito della richiesta del ricorso (dicendo in sostanza che non ha motivazioni per essere accolto) su cui aveva già negato la sospensiva chiesta rispetto all’ordinanza con cui la Regione aveva tenuto chiuse le seconde e terze medie nonostante il passaggio da zona rossa a zona arancione.

In Piemonte, quindi, continua fino al 23 dicembre la didattica a distanza e gli alunni riprenderanno le lezioni (salvo ulteriori decisioni di Governo o Regione) dal 7 gennaio 2021.

Con il Decreto n. 132 del 28/11/2020 il Governatore della Regione Piemonte aveva ordinato che “a decorrere dal 29 novembre 2020, nelle classi seconde e terze delle Istituzioni Scolastiche Secondarie di Primo Grado, Statali e Paritarie, l'attività didattica in presenza è sospesa e sostituita dalla didattica digitale a distanza fino al 23 dicembre 2020; resta salva la possibilità di svolgere attività in presenza qualora sia necessario l'uso di laboratori o in ragione di mantenere una relazione educativa che realizzi l'effettiva inclusione scolastica degli alunni con disabilità e con bisogni educativi speciali, secondo quanto previsto dal decreto del Ministro dell'istruzione n. 89 del 7 agosto 2020, e dall'ordinanza del Ministro dell'istruzione n. 134 del 9 ottobre 2020, garantendo comunque il collegamento on line con gli alunni della classe che sono in didattica digitale integrata; è fatto salvo quanto ulteriormente previsto dall'articolo 3, comma 9, lettera s, del D.P.C.M. del 3 novembre 2020”.

  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piemonte, alunni di seconda e terza media in classe a gennaio: il Tar dà ragione al presidente della Regione

TorinoToday è in caricamento