In piazza Cln nasce la Scuola Internazionale di alta gelateria

A fondarla due figli d'arte

In centro a Torino nasce una Scuola internazionale professionale di Alta Gelateria. I fondatori sono figli d'arte: Roberto Lobrano, presidente dell'Associazione Culturale 'Gelatieri per il Gelato' e titolare di IceRock consulting, e Alberto Marchetti, maestro gelatiere. Si tratta di una scuola, che avrà la sua sede a Casa Marchetti - un edificio dedicato al gelato e a tutta la sua filiera in piazza Cln -, destinata a chi è già gelatiere o a chi lo vuole diventare, che si concentra in particolare sulle materie prime, il vero segreto per fare un buon gelato artigianale. 

La formazione sulle materie prime avverrà non solo in aula, ma anche con speciali e interessanti visite alle aziende, incontri con i produttori e viaggi studio. Manifesto della scuola e fonte di ispirazione dei corsi sarà il libro 'Il mondo del gelato' scritto da Lubrano e pubblicato da Slow Food, testo che svela tutti i segreti per fare un buon gelato: gli ingredienti, le ricette ma anche la sua storia e molto altro ancora. 

Tra i docenti della scuola figurano Simone de Feo, Gianfrancesco Cutelli, Paolo Brunelli, Giovanna Musumeci, Antonio Mezzalira. I primi corsi monotematici, anche in lingua inglese, prenderanno il via il prossimo ottobre mentre il corso di base partirà, con ogni probabilità, a gennaio. A novembre il primo 'Viaggio dei gelatieri dedicato al mondo del cioccolato', che aprirà un ciclo in Messico, Guatemala e Colombia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cadavere scaricato da un'auto su una panchina: si tratta di un latitante condannato per rapina

  • Scontro frontale sul rettilineo: auto distrutte, morti entrambi i conducenti

  • L'ex miss Italia e madrina di Torino 2006 investita: necessario intervento al naso

  • Colto da malore, si accascia a terra mentre sta camminando: morto

  • Automobilisti attenti: a mezzanotte entrano in servizio i semafori anti-passaggio col rosso

  • In tribuna allo Stadium, occhiali rotti e ferita allo zigomo per una pallonata

Torna su
TorinoToday è in caricamento