rotate-mobile
Domenica, 29 Maggio 2022
Attualità Centro / Piazza San Carlo

"Ti amo ancora": ripulita la scritta. Conto pagato dagli Eugenio in Via di Gioia. Ma è "giallo" sulle autorizzazioni

Polizia Municipale, Questura e Soprintendenza non sarebbero state interpellate

Tra la timida pioggia di queste ore e il lavoro certosino degli operatori di Amiat, la scritta "Ti Amo Ancora", apparsa ieri, martedì 29 marzo 2022, in piazza San Carlo, ora è solo più un ricordo. 

Una scritta autorizzata dal Comune di Torino su idea del gruppo musicale torinese "Eugenio in via di Gioia": "Una dichiarazione d'amore sincera. Una presa di coscienza proattiva verso una Terra che va curata. Verso un mondo economico, sociale e ambientale che va rivoluzionato", spiegava la band sempre ieri.  

E sono stati proprio i cantanti Eugenio Cesaro, Emanuele Via e Paolo Di Gioia a pagare il conto di Amiat per la pulizia, straordinaria ed accurata, della piazza.

Ieri non sono mancate le polemiche nell'universo social. Una platea nettamente divisa fra chi ha apprezzato l'idea e condiviso il nobile fine e chi, invece, ha attaccato l'Amministrazione Comunale per aver permesso di "imbrattare un simbolo del centro di Torino" e di aver "sprecato gessi". Non solo. I più polemici, infatti, nelle prime ore pensavano addirittura si fosse trattato di un "raid vandalico" o di una "trovata pubblicitaria", ponendosi la solita domanda: "Ma possibile che le telecamere non abbiano filmato nulla?". 

Poi, dopo l'outing degli Eugenio in Via di Gioia, il tono dei commenti è cambiato, deviando verso il più classico dei classici: "Iniziativa bellissima. Mi è piaciuta".

Ma rimane solo una parte "oscura" di questa vicenda: il tema delle autorizzazioni. Perché se da Palazzo Civico è arrivata la conferma dell'autorizzazione per quello che è stato definito un "flash mob", non si può dire lo stesso da parte di Polizia Municipale, Questura e Soprintendenza. A quanto pare, nessuno li avrebbe interpellati. 

  Continua a leggere su TorinoToday

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Ti amo ancora": ripulita la scritta. Conto pagato dagli Eugenio in Via di Gioia. Ma è "giallo" sulle autorizzazioni

TorinoToday è in caricamento