Nuove analisi, Sindone: "Il sangue è vero e appartiene a una persona torturata"

La ricerca è stata pubblicata su Applied Optics

Secondo l'ultima ricerca, il sangue visibile sul Sacro Telo è reale e appartiene a una persona torturata. A rivelarlo sono le analisi svolte dal gruppo coordinato da Paolo Di Lazzaro dell'Enea, vicedirettore del Centro Internazionale di Sindologia, pubblicate su Applied Optics. Secondo la ricerca, durata quasi quattro anni, il sangue presente sulla Sindone è rosso e non marrone, come dovrebbe essere il sangue antico, perché il lenzuolo sarebbe stato esposto alla luce ultravioletta, come quella del Sole, che ne ha alterato il colore.

Una tecnica ottica, usata durante l'Ostensione del 2015, ha individuato sul telo la metaemoglobina prodotto della degradazione dell'emoglobina fortemente ossidata e invecchiata, a conferma che si tratta di sangue antico e ricco di bilirubina, presente nelle persone percosse duramente. Intanto al Duomo, tutto è pronto per l'Ostensione dei giovani del 10 agosto. Attesi circa 2000 ragazzi che saranno a Torino prima di incontrare a Roma, Papa Francesco. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cadavere scaricato da un'auto su una panchina: si tratta di un latitante condannato per rapina

  • Scontro frontale sul rettilineo: auto distrutte, morti entrambi i conducenti

  • L'ex miss Italia e madrina di Torino 2006 investita: necessario intervento al naso

  • Colto da malore, si accascia a terra mentre sta camminando: morto

  • Automobilisti attenti: a mezzanotte entrano in servizio i semafori anti-passaggio col rosso

  • In tribuna allo Stadium, occhiali rotti e ferita allo zigomo per una pallonata

Torna su
TorinoToday è in caricamento