Nuove analisi, Sindone: "Il sangue è vero e appartiene a una persona torturata"

La ricerca è stata pubblicata su Applied Optics

Secondo l'ultima ricerca, il sangue visibile sul Sacro Telo è reale e appartiene a una persona torturata. A rivelarlo sono le analisi svolte dal gruppo coordinato da Paolo Di Lazzaro dell'Enea, vicedirettore del Centro Internazionale di Sindologia, pubblicate su Applied Optics. Secondo la ricerca, durata quasi quattro anni, il sangue presente sulla Sindone è rosso e non marrone, come dovrebbe essere il sangue antico, perché il lenzuolo sarebbe stato esposto alla luce ultravioletta, come quella del Sole, che ne ha alterato il colore.

Una tecnica ottica, usata durante l'Ostensione del 2015, ha individuato sul telo la metaemoglobina prodotto della degradazione dell'emoglobina fortemente ossidata e invecchiata, a conferma che si tratta di sangue antico e ricco di bilirubina, presente nelle persone percosse duramente. Intanto al Duomo, tutto è pronto per l'Ostensione dei giovani del 10 agosto. Attesi circa 2000 ragazzi che saranno a Torino prima di incontrare a Roma, Papa Francesco. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro tra 3 auto, una vettura in una scarpata: due morti e quattro feriti

  • Carni e pesci in condizioni disastrose nel freezer: denuncia e maxi-multa al titolare di un ristorante

  • Serata di inferno sotto la pioggia in tangenziale: due incidenti, un morto e quattro feriti

  • Il Comune di Torino assume: 238 nuovi dipendenti entro la primavera 2020

  • Uomo ucciso a colpi d'arma da fuoco: assassino armato in fuga nei boschi

  • Treno travolge un'auto al passaggio a livello: veicolo trascinato per 50 metri, una persona tra le lamiere

Torna su
TorinoToday è in caricamento