rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Attualità

La tregua del ministero non riguarda i torinesi: stangate su diverse tratte autostradali

Rincari fino al 6,71%

Stangata sulle autostrade più frequentate dai torinesi a partire dal nuovo anno. Dal 1 gennaio 2019 è scattata una nuova raffica di aumenti. Ecco che cosa accade tratta per tratta.

Torino-Frejus: +6,71%

Alla barriera di Avigliana, sulla A32 Torino-Frejus, le auto pagano pagano 30 centesimi in più (da 5 a 5,30 euro, con un aumento del 6,71%), mentre a quella si Salbertand 50 centesimi in più (da 6,80 a 7,30, stessa percentuale). Si tratta dell'aumento più alto di tutte le autostrade in Piemonte. Le tariffe sono state concordate dalla Sitaf, che gestisce la tratta, con il ministero delle infrastrutture e dei trasporti.

Torino-Monte Bianco: +6,32%

In questo caso non si tratta di un aumento generalizzato. Da Torino ad Aosta le tariffe sono invariate, mentre la stangata arriva per chi decide di proseguire dal capoluogo verso il traforo (quindi per andare a Courmayeur per esempio). Tariffe agevolate solo per i pendolari valdostani.

Torino-Savona: +2,20%

In questo caso l'aumento è generalizzato e spalmato su tutte le uscite della tratta. Quindi ci sono rincari di qualche centesimo che si decida di uscire a Carmagnola come a Mondovì come appunto a Savona stessa.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La tregua del ministero non riguarda i torinesi: stangate su diverse tratte autostradali

TorinoToday è in caricamento