Rifiuti e raccolta differenziata nei 15 mercati torinesi: regole e tempi di raccolta

Al via la nuova campagna di comunicazione progettata da Amiat, società del Gruppo Iren, e finalizzata a sensibilizzare gli addetti che lavorano quotidianamente nei mercati a svolgere sempre più una corretta raccolta differenziata. 

Con l’uso dello slogan “Questo mercato è differente”, la campagna si rivolge proprio ai venditori che ogni giorno lavorano alle bancarelle con un messaggio diretto e semplice per ricordare dove buttare le diverse frazioni residue, nonché regole e tempi di raccolta di ogni rifiuto.   
In totale sono stati stampati circa 2.000 volantini plastificati da lasciare alle bancarelle di ciascun ambulante e 20.000 pieghevoli da distribuire durante gli orari dei mercati a tutti i cittadini. Entrambi i materiali, oltre che in italiano, sono stati tradotti in tre lingue straniere: francese, cinese e arabo per poter raggiungere anche i cittadini e i lavoratori stranieri.

I mercati complessivamente coinvolti in questa prima fase sono 15, compresi nell’area sud ovest di Torino, ossia: Di Nanni, Don Grioli, Nitti, Baltimora, San Secondo, Campanella, Sebastopoli, Brunelleschi, Svizzera, Racconigi, Vigliani , Martini, Spezia, Guala, Paverse. 

Novità per i cittadini

Ma le novità non sono finite qui. Per rendere più incisiva la comunicazione e sfruttare la presenza degli addetti Amiat sul territorio, una volta al mese, a rotazione, sarà anche possibile trovare un punto di raccolta mobile Amiat dove tutti i cittadini potranno portare piccoli rifiuti elettrici ed elettronici. Sul retro di ogni pieghevole sono riportati con precisione luogo e orari in cui poter trovare il punto mobile Amiat.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 “Con questa campagna informativa – dichiara il presidente di Amiat Gruppo Iren, Christian Aimaro – oltre ai cittadini intendiamo stimolare anche le persone che giornalmente lavorano nei mercati a svolgere sempre più una corretta raccolta differenziata. Consapevoli dell’importanza e dell’incidenza di queste attività sulla produzione di rifiuti della città, il nostro obiettivo è estendere questa iniziativa a tutti i mercati del territorio per aumentare ulteriormente la percentuale di raccolta differenziata nei mercati torinesi”. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pane, olio e altri beni primari con i prezzi gonfiati del 200%: denunciato titolare

  • Coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e come proteggersi

  • Cirio firma l'ordinanza: "Da lunedì i supermercati potranno vendere cancelleria"

  • Coronavirus, Università di Torino: "La carenza di vitamina D può aumentare i rischi di contagio"

  • Stanotte torna l'ora legale, lancette in avanti: "Un mix critico col Coronavirus"

  • Il virus si è portato via Franco il Baffo: la cittadina in lacrime per lo storico vigile, politico e sportivo

Torna su
TorinoToday è in caricamento