rotate-mobile
Attualità

A Torino una bimba appena nata è costretta a tenersi cinque cognomi: nel vuoto la richiesta dei genitori di semplificare

La coppia si è rivolta a un avvocato per cercare di fare valere le proprie ragioni

Una bimba di origine brasiliana nata il 13 febbraio 2022 all'ospedale Regina Margherita di Torino è stata registrata all'anagrafe con cinque cognomi, nonostante i genitori, che sono entrambi diventati cittadini italiani, abbiano fatto opposizione contro l'accaduto. L'ufficio nascite del Comune, però, è stato inflessibile e la piccola, quando crescerà, dovrà firmare con quel nome chilometrico. I due, un informatico di 34 anni e un'architetta di 31 anni, hanno chiesto di essere rappresentati dall'avvocato Susanna Schivo del foro di Genova, secondo cui la materia è regolata da un "quadro normativo ancora claudicante" e "in contrasto con la Costituzione e gli impegni presi a livello internazionale. La questione interessa le numerose coppie che vivono in Italia in cui almeno un genitore è nato in Paesi in cui vige il doppio cognome, ma anticipa ciò che accadrà in futuro anche per gli Italiani che vengono oggi identificati alla nascita con il cognome di entrambi i genitori in accordo tra loro".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Torino una bimba appena nata è costretta a tenersi cinque cognomi: nel vuoto la richiesta dei genitori di semplificare

TorinoToday è in caricamento