Venerdì, 17 Settembre 2021
Attualità Usseaux

Usseaux, strage di anfibi al Lago delle Rane: forse la colpa è di un batterio

Il Comune ha disposto l'interdizione dell'area

Potrebbe essere un batterio la causa della morìa di anfibi che si sta verificando in questi giorni al Lago delle Rane di Usseaux, in alta Val Chisone. Una situazione che preoccupa ancora di più se si considera che il lago si trova a 1950 mt, nel parco naturale Orsiera Rocciavrè, quindi ben distante da possibili fonti di inquinamento.  Si pensa quindi a un batterio che "in particolari condizioni climatiche - come spiegano dall'amministrazione comunale di Usseaux - può essere letale per gli anfibi". E viene in mente un episodio analogo che si verificò tre anni fa, proprio nel mese di aprile, a Valfurva in provincia di Sondrio quando la morte di centinaia di rane, fu ricondotta alla presenza del batterio Aeromonas hydrophila che resiste alle basse temperature e che in condizioni di particolare stress termico, provoca setticemie e causa agli anfibi la cosiddetta malattia "delle zampe rosse".

"Disponiamo temporaneamente l’interdizione al Lago delle Rane a persone e animali da compagnia in via cautelativa – ha comunicato il Comune, anche sui canali social  – in attesa di conoscere gli esiti delle indagini effettuate dal personale dell’Ente Parchi Alpi Cozie e dell’Università di Torino che sono intervenuti nei giorni scorsi a seguito di un episodio di moria di anfibi. Ulteriore aggiornamenti saranno forniti non appena saranno disponibili i risultati". Divieto quindi di accedere al lago sia per l'uomo che per gli animali domestici.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Usseaux, strage di anfibi al Lago delle Rane: forse la colpa è di un batterio

TorinoToday è in caricamento