Riaperta la provinciale 172 del colle delle Finestre: con due settimane di anticipo

Dal 1° giugno

L’intera Strada Provinciale 172 è riaperta al traffico con due settimane di anticipo rispetto al previsto. Dal 1° giugno tutti gli appassionati delle escursioni in alta montagna possono ammirare i suggestivi panorami sulla Valle di Susa e sulla Val Chisone di cui può godere chi sale ai 2.178 metri del Colle, Cima Coppi del Giro 2018.

Nelle prime tre settimane di maggio è stato necessario rimuovere con le pale meccaniche ben dieci slavine, cadute nel periodo invernale nel tratto sterrato dal Colletto di Meana al Colle e alte fino a 6-7 metri. Le slavine avevano “inglobato” massi di notevoli dimensioni e tronchi d’albero, rendendo impossibile l’utilizzo delle frese comunemente utilizzate per lo sgombero della neve dalle strade. Lo sterrato è stato successivamente preparato con la macchina “grader”, che è in sostanza una livellatrice del terreno. Il terreno è poi stato drenato e rullato a più riprese, sino a ottenere la consistenza e la compattezza indispensabili per consentire la regolarità della corsa ciclistica.

Insieme alla Strada Provinciale 173 del Colle dell’Assietta, per la quale sono programmate le consuete operazioni di ripristino in vista della riapertura estiva, la S.P. 172 è parte di uno spettacolare itinerario di alta quota sul crinale tra la Valle di Susa e la Val Chisone, che costituisce un richiamo turistico di dimensione internazionale. Nelle prossime settimane verranno dettagliate le modalità per la riapertura estiva della Provinciale 173.
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mini in corsia d'emergenza esplode dopo essere urtata da un'altra auto: morti padre e figlia

  • Frontale fra due automobili: un uomo è morto, cinque persone ferite

  • Terribile schianto nel sottopasso, ma è la scena della fiction con Raoul Bova

  • Scontro auto-ambulanza: una persona è morta

  • Maxi-tamponamento in tangenziale: coinvolti cinque veicoli, traffico paralizzato

  • Scossa serale di terremoto: avvertita dalla popolazione, ma nessun danno

Torna su
TorinoToday è in caricamento