rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Attualità

La protesta di commercianti e ristoratori contro il lockdown: stasera luci accese e serrande alzate

La riapertura dal 4 maggio non è ancora prevista

Alberto Cirio mantiene la linea severa e dice no al cibo take-away a Torino. Gli esercenti torinesi se vorranno, dopo il 4 maggio, potranno continuare a cercare di "tamponare" le perdite economiche di queste settimane, come in molti hanno fatto fino ad ora: con la consegna di pizze, gelati e quant'altro, esclusivamente a domicilio. Il take away sarà possibile solo dal 1° giugno. Troppo tempo per gli esercenti, ormai esasperati dal "balletto dei decreti" e che non ci stanno più.

"Se non moriamo di Coronavirus, moriremo di fame", lamentano sui social e non solo. Dunque scatta la protesta organizzata: stasera martedì 28 aprile 2020, alle ore 21, negozi e ristoranti tireranno su le serrande e accenderanno le luci dei locali, mettendo simbolicamente, davanti all'ingresso, un tavolo vuoto in attesa di clienti. Ad aderire al flashmob di questa sera, secondo le prime notizie, saranno in 1200 e assicurano che se la situazione non si sbloccherà, questa sarà solo la prima di altre proteste che seguiranno.    

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La protesta di commercianti e ristoratori contro il lockdown: stasera luci accese e serrande alzate

TorinoToday è in caricamento