Attualità Centro / Via Lascaris

Animali, cambia la legge regionale: vietato l'accattonaggio e trasportarli nel bagagliaio dell'auto

Arrivata in commissione regionale

Dal divieto di utilizzare animali con ruoli attivi nella pratica dell’accattonaggio, a quello di offrirli in premio in seguito a una vincita; chi condannato per maltrattamenti sugli animali non potrà possedere un cane o un gatto, ma anche venderli o regalarli. Vietato trasportare gli animali nei vani portabagagli chiusi degli autoveicoli. 

Arriva nella quarta commissione del consiglio regionale del Piemonte la proposta di modifica della legge regionale sugli animali d'affezione. È stata avanzata da Francesca Frediani, consigliera regionale del Movimento 4 Ottobre. Una legge che è in vigore dal 1993. 

Un tema, quello della tutela degli animali, che nei mesi scorsi ha già fatto molto discutere a Torino quando sul tavolo delle circoscrizioni era arrivata la bozza del nuovo Regolamento per la tutela e il benessere degli animali della Città di Torino. Un testo che si inceppò sul punto che vietava "su tutto il territorio del Comune di Torino, utilizzare qualsiasi specie animale, sia domestica-selvatica-esotica, nella pratica dell'accattonaggio". 

Tema che si ripropone anche nella proposta di legge presentata da Francesca Frediani. All'articolo 5 si legge infatti: "È vietato utilizzare animali con ruoli attivi nella pratica dell’accattonaggio". Rimane da comprendere cosa si intenda per 'ruoli attivi' quando si parla di accattonaggio e animali da compagnia. Un animale che sta accovacciato vicino a un senzatetto che chiede l'elemosina sta svolgendo un ruolo attivo? 

La nuova proposta di legge però prevede anche che chi sia stato condannato per un reato relativo al maltrattamento degli animali, a spettacoli o manifestazioni vietate, al divieto di combattimento tra animali o all'abbandono, non possa più detenere anche temporaneamente un cane, un gatto o qualsiasi altro animale ritenuto d'affezione. Non solo, perché non potrà neppure cederlo, anche a titolo gratuito. Quindi venderlo o regalarlo. 

Viene anche regolamentata la materia dell'addestramento; viene vietata la soppressione degli animali se non a causa di malattie gravi e incurabili o in caso di comprovata e certificata pericolosità per l’incolumità delle persone; viene vietato l'utilizzo della catena per la detenzione degli animali di affezione che è consentito solo per ragioni sanitarie, documentabili e certificate dal veterinario curante o per misure urgenti e solo temporanee di sicurezza. 

Infine viene regolamentata anche la materia del trasporto degli animali in contenitori o all'interno dei veicoli. Il trasporto è consentito se vi è sufficiente circolazione di aria, se gli animali possono stare dritti su quattro zampe e hanno spazio per sdraiarsi, ma comunque è vietato trasportare animali, nei vani portabagagli chiusi degli autoveicoli, per qualsiasi periodo di tempo.

La proposta di legge è arrivata in quarta commissione e ha iniziato il suo iter legislativo. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Animali, cambia la legge regionale: vietato l'accattonaggio e trasportarli nel bagagliaio dell'auto

TorinoToday è in caricamento