menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

“Nessun servizio”, migliaia di utenti Vodafone senza rete: le segnalazioni

Interessato il Nord-Ovest dell’Italia

 Salgono di minuto in minuto le segnalazioni di problemi con la linea Vodafone. Già dalle primissime ore del 3 ottobre sono state individuate alcune anomalie, ma con il risveglio di molti utenti il disagio inizia ad avvertirsi ed è esteso a gran parte del Piemonte e della Liguria.

“Da Torino nord a Torino sud Vodafone ko” dice un lettore, mentre l’unica area felice sembra essere il Canavese. Nessun servizio di telefonia invece nelle zone di Novara, Domodossola, Alessandria, Aosta, Biella, Verbania, Cuneo, almeno dalle 6 di stamattina.

In sostanza bisogna appellarsi al wi-fi per le comunicazioni. L’interruzione del servizio sarebbe iniziata intorno alle due di questa notte. Recenti segnalazioni di disagi provengono anche da grandi città come Roma, Milano, Napoli, Genova, Palermo, Bologna e Bergamo.

Poco dopo le 10 di mercoledì 3 ottobre il segnale Vodafone è tornato.

La promozione in regalo

In merito al disservizio che ha interessato alcune zone del Piemonte e della Valle d'Aosta, Vodafone riferisce in una nota: "Siamo spiacenti per il disservizio arrecato ai clienti e consapevoli del disagio stiamo attivando gratuitamente una promozione che permette di avere 30 Giga Byte di traffico dati per un mese".

Il testo del sms inviato

 “Questa notte si è verificato nella tua zona un incidente tecnico di rara eccezionalità: abbiamo lavorato tutta la notte senza interruzione per ripristinare il servizio e ci siamo finalmente riusciti alle 10.50. Ci scusiamo profondamente e consapevoli del disagio che ti abbiamo causato, abbiamo deciso di attivarti 30 Giga gratis per 1 mese”

La promozione verrà attivata a tutti i clienti Vodafone delle regioni di Piemonte e Valle d’Aosta

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento