menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Al Cinema Lux la prima del film sulle pattinatrici torinesi tragicamente scomparse

Gioia Casciani e Ginevra Barra Bajetto si allenavano tra il Palavela e il Tazzoli

Il prossimo 27 ottobre sarà trascorso un anno dalla tragica morte di Gioia Casciani e Ginevra Barra Bajetto, le due pattinatrici torinesi. E martedì 2 ottobre, al Cinema Lux in Galleria San Federico, è in programma la prima ufficiale del cortometraggio “Gioia, l’angelo del ghiaccio”, scritto e diretto da Enzo Dino, tratto dalla vera storia delle due atlete che più che concentrarsi sul triste epilogo - che ha commosso tutta l’Italia - vuole trasmettere il valore dello sport dal punto di vista di Gioia. I panni della protagonista saranno vestiti da Carola Ferrati, un'altra giovane campionessa torinese. 

"Più mi alleno, più mi diverto…. Più mi diverto, più mi alleno”, soleva dire la piccola pattinatrice che a soli 9 anni aveva già collezionato numerosi successi a livello nazionale e internazionale. Le due atlete che hanno perso la vita - Ginevra aveva 17 anni ed era anche nel giro della nazionale - erano cugine, figlie di madri gemelle e sognavano di seguire le orme di Carolina Kostner. Entrambe pattinavano al Pat - Pattinatori Artistici Torino - e si allenavano tra le piste del Palavela e del PalaTazzoli. Sono morte in un grave incidente sull'autostrada del Brennero, al ritorno da una gara. 

Il progetto del cortometraggio è stato subito sposato dal presidente del Coni, Giovanni Malagò, profondamente toccato da questa tragica vicenda. L'appuntamento in Galleria San Federico è per il 2 ottobre alle 21: l'ingresso sarà libero e durante la serata non mancheranno interventi inerenti ad esso. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento