Coronavirus, ampliata l'area di degenza all'Oftalmico: 91 posti entro metà novembre

Chiuso il pronto soccorso dell'ospedale Martini

Peggiora ancora la situazione sanitaria a Torino e in Piemonte e a partire da oggi, mercoledì 4 novembre, sono attivi nuovi 36 posti letto nell’area di degenza Covid all'Ospedale Sperino Oftalmico. E nei prossimi giorni ne verranno allestiti ulteriori 15 che aggiungendosi ai 40 già allestiti dal 12 ottobre scorso, faranno un totale di 91 posti letto. Domenica scorsa si sono conclusi i lavori della degenza del primo piano e, nei due giorni successivi, si è provveduto ad allestire gli ambienti, in modo da essere operativi, già nel primo pomeriggio di oggi, con gli ingressi di nuovi pazienti.

“Si avvia alla conclusione - ha commentato il dott. Carlo Picco, Commissario ASL Città di Torino -, nel pieno rispetto del cronoprogramma, il trasferimento del Covid Hospital temporaneo delle Ogr all’interno di una struttura ospedaliera permanente, per fronteggiare questa seconda fase della pandemia. Un doveroso ringraziamento va a tutti quei professionisti che si sono e si stanno impegnando con grandissimi sacrifici per fornire ai cittadini cura ed assistenza in questo momento di emergenza sanitaria che ha richiesto anche una importante riallocazione delle risorse.”

I lavori procedono come da cronoprogramma: tre i reparti per pazienti contagiati dal virus realizzati, completamente ristrutturati per garantire la cura dei degenti e la sicurezza del personale, per un totale di 76 posti letto (30 al primo piano, 26 al secondo piano e 20 al terzo piano), a cui, entro il 15 novembre, andranno ad aggiungersi i 15 posti letto dedicati alla terapia sub-intensiva, che sarà collocata al 4° piano della struttura. I posti letto totali risulteranno quindi 91, di cui 40 già attivi sin dall’apertura del 12 ottobre scorso, a cui si aggiungeranno da oggi, progressivamente gli altri 36 pazienti. 

Chiuso il pronto soccorso del Martini

E a seguito all'aggravarsi della pandemia e alle disposizioni del D.I.R.M.E.I. - Dipartimento Interaziendale Malattie e Emergenze Infettive - , chiude anche il Pronto Soccorso dell'Ospedale Martini. All'interno del presidio ospedaliero verranno ricoverati, solo per trasferimento, pazienti covid provenienti dagli altri presidi sanitari dell’Asl di Torino. Chiuso anche il punto nascita e la pediatria, che funzioneranno soltanto per i pazienti covid trasferiti dagli altri ospedali. Una scelta necessaria per riorganizzare al meglio i servizi sanitari e ottimizzare le risorse disponibili in funzione delle cure ai pazienti affetti dal virius.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piemonte verso la 'zona arancione'. Spostamenti, negozi, scuole: cosa cambia

  • Piemonte, con indice RT sotto 1, verso la zona arancione. Cirio: “Non è un risultato, ma un passo”

  • Albero di Natale, 10 idee (super trendy) per ricreare l'atmosfera natalizia

  • A Grugliasco si inaugura il nuovo supermercato Lidl: riqualificata l'intera area

  • Piemonte in zona arancione da domenica 29 novembre: cosa cambia

  • Nichelino, chiusa la tangenziale a causa di un incidente: morto un uomo

Torna su
TorinoToday è in caricamento