menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La "gimcana" di corso Lecce

La "gimcana" di corso Lecce

La pista ciclabile è una gimcana: le lamentele e gli sfottò sul web

Il tracciato passa tra dehors, bidoni e strisce blu

Gli interventi del Comunea favore della mobilità ciclistica vanno avanti ma non cessano di causare polemiche. Ad alimentare commenti - soprattutto sul web - e lamentele la nuova pista ciclabile di corso Lecce. Il tracciato, tra piazza Rivoli e corso Regina Margherita, che è in via di ultimazione, presenta infatti delle caratteristiche quanto meno particolari: i meno indispettiti l'hanno definita una vera e propria gimcana ma i commenti sui social non si sprecano e come spesso succede c'è anche chi ci va giù pesante, parlando della nuova ciclabile come di una vera e propria "porcata". "Come fanno le piste ciclabili a Torino, nessuno mai!", si legge su Facebook, e ancora: "Chi è il genio della viabilità torinese?".

Un percorso a ostacoli

In effetti, chi si trova a percorrere la pista sulle due ruote, dovrà districarsi tra vari ostacoli. Si troverà infatti a dover curvare all'improvviso poichè la traccia gialla che la delimita passa attorno ai dehors dei locali, ai bidoni per la raccolta rifiuti, senza contare che in alcuni punti i parcheggi delimitati dalle strisce blu - nuove di zecca - sono stati spostati in mezzo alla carreggiata, restringendola notevolmente. Con conseguenti e probabili code e imbottigliamenti. Anche chi si troverà a scendere dall'auto dovrà fare attenzione a non essere travolto o a non travolgere a sua volta un ciclista di passaggio.

"Se questo è il modo che questa giunta comunale ha in mente di favorire la mobilità dolce - ha commentato Silvio Magliano, capogruppo dei Moderati in comune -, siamo decisamente lontani anni luce per concezione e progettualità. Le piste ciclabili così costituite servono solo a mettere in pericolo le persone, sia che si muovano in bici, a piedi o in auto, a congestionare la viabilità e a rendere difficile il passaggio dei mezzi di soccorso in caso di emergenza". 

Dal canto suo, l'assessora alla Viabilità del Comune, Maria Lapietra, ha già annunciato di voler andare avanti con i progetti relativi alla mobilità ciclabile, cercando di coinvolgere il più possibile i cittadini. Al più presto verrà infatti organizzato un incontro con l'obiettivo di apportare delle migliorie all'intero progetto urbano.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Torino usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento