rotate-mobile
Attualità

Covid in Europa, basso rischio in Piemonte: è fra le uniche sei regioni in verde

Peggiora la situazione nel resto d'Italia

Il Piemonte fa parte delle uniche zone verdi in tutta Europa. La nostra regione è infatti inclusa nelle sei regioni italiane in cui la situazione è a basso rischio e dove i contagi da covid-19 sono meno di 50 su 100mila abitanti, con un tasso di positività minore al 4%, o meno di 75 su 100mila con un tasso inferiore all’1%. Mentre secondo la mappa di Ecdc, il Centro europeo per il controllo e la prevenzione delle malattie, la situazione epidemiologica peggiora un po' ovunque, in tutto il continente ma anche in Italia, in Piemonte, la pandemia per ora resta sotto controllo. Il rapporto settimanale, aggiornato ogni giovedì, si basa sull’incidenza ogni 100mila abitanti combinata con il tasso di positivi sui test effettuati e classifica le zone a maggiore o minore pericolo di diffusione del coronavirus.

Peggiora la situazione in Italia 

Si conferma quindi la tendenza indicata dai dati dell'ultima settimana, in cui i contagi sono in ripresa e c'è un lieve aumento della pressione ospedaliera. Secondo l'aggiornamento Ecdc di giovedì 4 novembre, diminuiscono le regioni in verde in Italia: anche Liguria, Provincia di Trento, Umbria, Abruzzo e Puglia tornano in arancione. Restano in verde Piemonte appunto, Val d'Aosta, Lombardia, Sardegna, Molise e Basilicata. In Europa avanza il rosso scuro che indica un incremento dei contagi superiore ai 500 ogni 100mila abitanti. Sono in questa fascia Irlanda, Belgio, molte regioni olandesi, la Germania e la parte centro-orientale del continente.

L'Europa in rosso scuro

La situazione è seria soprattutto in Romania, Bulgaria, Estonia, Lettonia e Lituania. In rosso - colore che indica la fascia di massimo rischio, con contagi compresi tra 75 e 200 casi ogni 100mila abitanti e un tasso di positività superiore al 4%, oppure contagi tra 200 e 500 ogni 100mila persone - ci sono Islanda, buona parte della Germania, i Paesi scandinavi, Macedonia e Grecia.

Mentre questa settimana la Spagna resta in grigio a causa dei pochi dati pervenuti, Portogallo e Francia, oltre alle regioni italiane, sono in arancione cioè con casi di covid inferiori a 50 su 100mila abitanti, ma con un tasso di positività maggiore del 4%, oppure con contagi tra 50 e 75 con un tasso di almeno l’1%, o tra 75 e 200 e il tasso di positività inferiore al 4%. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid in Europa, basso rischio in Piemonte: è fra le uniche sei regioni in verde

TorinoToday è in caricamento