Martedì, 23 Luglio 2024
Attualità Centro / Piazza Vittorio Veneto

Dehors aperti e accesso contingentato: piazza Vittorio per San Giovanni potrebbe essere così

Il Comune sta valutando la proposta

Per i festeggiamenti di San Giovanni il nodo da sciogliere - o almeno quello più grosso - è legato ai dehors di piazza Vittorio Veneto. Sì, perché i rappresentanti dei gestori dei locali della piazza hanno avanzato una proposta per mantenerli aperti durante i festeggiamenti. Botti compresi. In passato invece la decisione era stata quella di chiuderli.

A rivelarlo è stato l'assessore al commercio della Città di Torino, Paolo Chiavarino, durante un'audizione in Comune: "I commercianti ci hanno detto che piazza Vittorio durante i fuochi non era così godibile da parte della cittadinanza a causa del fatto che i dehors devono essere chiusi", ha spiegato l'assessore, "Così è stata presentata una proposta da parte della categoria che prevede di mantenerli aperti". 

I commercianti in sostanza hanno chiesto al Comune di prevedere una vasta corsia centrale in tutta la piazza che sia opportunamente transennata e che lasci in ambi i lati i dehors montati, anche questi con transenne e via di fuga protette. L'amministrazione comunale davanti a questa ipotesi non si è detta contraria a prescindere, ma ha avviato un percorso di verifica delle condizioni di sicurezza. L'ultima parola rimane però al comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica. 

Di sicuro c'è un aspetto: durante i festeggiamenti l'accesso alla piazza sarà contingentato e dunque a numero chiuso. Questo per mantenere le condizioni di sicurezza per lo svolgimento dell'evento. Per il resto a due settimane dalla festa del patrono di Torino sono ancora tanti i non detto. 

Il primo non detto - e probabilmente il più succulento per i curiosi - è legato all'impatto acutstico che avranno i fuochi. Si sa che il Comune tra le richieste che ha avanzato all'azienda incaricata di fornire i botti, ha chiesto che questi non siano rumorosi, ma non è dato sapere al momento quale sarà il loro impatto acustico. Il tema è ovviamente legato al benessere degli animali domestici e non. 

Il secondo non detto è legato al tradizionale farò. Si sa che verrà fatto come da tradizione il 23 giugno, ma al momento non è stato specificato se verrà acceso in piazza Castello o in piazzetta Reale. Anche questo aspetto verrà svelato nei prossimi giorni quando ci sarà il lancio ufficiale dei festeggiamenti di San Giovanni. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dehors aperti e accesso contingentato: piazza Vittorio per San Giovanni potrebbe essere così
TorinoToday è in caricamento