rotate-mobile
Giovedì, 26 Maggio 2022
Attualità

Riforma pensionistica, mannaia sul Comune: potrebbe perdere 800 dipendenti

Verranno sostituiti?

Nel corso del 2019 il Comune di Torino potrebbe perdere il 10% dei dipendenti a causa della riforma pensionistica denominata "Quota 100": coloro che matureranno il requisito (ad esempio avere 62 anni di età e 38 di contributi) dovrebbero oscillare tra i 700 e gli 800 lavoratori.

Il direttore del personale, Giuseppe Ferrari, ha comunicato il quadro ai rappresentanti dei sindacati. Negli ultimi cinque anni, se si confermasse questo quadro, il Comune passerebbe dai circa 10.500 del 2014 agli 8.500 dipendenti previsti per la fine di quest'anno.

Bisognerà capire, adesso, quale sarà la linea dell'amministrazione comunale: se non sostituire chi va in pensione, se farlo solo parzialmente o se, come chiedono i sindacati, il rapporto sarà di un neo-assunto per ogni uscita.

Le sostituzioni andranno comunque fatte per concorso, in quanto la legge non prevede che vengano esaurite le graduatorie esistenti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riforma pensionistica, mannaia sul Comune: potrebbe perdere 800 dipendenti

TorinoToday è in caricamento