rotate-mobile
Sabato, 28 Maggio 2022
Attualità Vinovo

Provincia di Torino, prosegue il piano di soppressione dei passaggi a livello: ecco quali saranno eliminati

A sostituirli cavalcavia, sottovia, passerelle o sottopassi ciclopedonali

Va avanti anche nel Torinese, così come in tutta Italia, il piano di interventi di Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS Italiane) per l’eliminazione dei passaggi a livello. Da due anni a questa parte, nella provincia di Torino, sono stati soppressi sei passaggi a livello lungo la linea ferroviaria Chivasso-Ivrea-Aosta e sulla base del Protocollo di intesa sottoscritto nel 2019, sono previsti altri interventi di soppressione, di cui alcuni sono in fase di autorizzazione (ad esempio, il passaggio a livello di Caluso), altri sono in fase di progettazione come ad Ivrea e Strambino. 

Anche la linea Torino-Milano è compresa nel progetto di eliminazione dei passaggi a livello: nel comune di Chivasso sono in corso lavori per la soppressione di cinque passaggi a livello, di cui uno già soppresso.  Altri quattro dovrebbero essere eliminati sulla linea Torino-Modane, in particolare nel comune di Oulx dove saranno sostituiti da un sottovia carrabile - quello vicino alla stazione sulla statale 335 -, un cavalcavia di accesso a Beaulard e un altro cavalcavia sulla statale, vicino alla frazione Royeres. 

Lungo la linea Torino-Pinerolo, dove sono ancora attivi 27 passaggi a livello, è in corso un’interlocuzione con la Regione Piemonte e con gli enti territoriali per la realizzazione di opere sostitutive necessarie per la loro soppressione. Su questa tratta le attività più avanzate riguardano il passaggio a livello di Vinovo, uno dei più urgenti da eliminare poiché considerato uno dei più pericolosi, per il quale è in fase di redazione la progettazione definitiva del sottovia sostitutivo.

Eliminare gli incroci tra strada e ferrovia, che come assicura RFI verranno sostituiti da opere alternative, vuol dire ridurre - se non azzerare - il rischio di incidenti, rendere più fluida e regolare la circolazione sia ferroviaria sia carrabile e diminuire il tasso di inquinamento che deriva dallo scarico delle auto ferme a passaggio chiuso. RFI assicura anche, laddove è possibile, una "mitigazione tecnologica" dei rischi attraverso il miglioramento della segnaletica, l’installazione di barriere complete/non aggirabili, bande rumorose e dossi riduttori di velocità.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Provincia di Torino, prosegue il piano di soppressione dei passaggi a livello: ecco quali saranno eliminati

TorinoToday è in caricamento