Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Attualità Mirafiori Nord / Corso Enrico Tazzoli

Mirafiori Nord, occupazioni abusive e dispersione scolastica: l'emergenza si aggrava

Magliano(Moderati): "La situazione è critica"

Inquilini sotto assedio da parte delle famiglie occupanti nelle palazzine del complesso Atc situate tra corso Tazzoli, corso Agnelli, via Dina, via Eleonora d’Arborea e via De Bernardi. Tanti dei minori si danno all'accattonaggio invece di frequentare la scuola (25 su 27 minori non frequentano le lezioni), scuola che è l'unica via da percorrere per diventare cittadini consapevoli. Un tema discusso in Consiglio comunale in seguito all'interpellanza presentata dal capogruppo dei Moderati, Silvio Magliano. 

"Sono 15 le unità abitative occupate abusivamente nella zona oggetto della mia interpellanza - ha spiegato Magliano -. Imprecisato è il numero di camper e roulotte utilizzati come abitazioni o deposito. Anche la situazione dell'accampamento in piazza d'Armi è lungi dall'essere risolta. Una delle due famiglie bosniache rom inserite nel progetto speciale ha rifiutato il trasferimento in appartamento. La situazione è critica". 

Inquilini sotto assedio

"Poco importa che i numeri assoluti siano più bassi rispetto ad altri comuni - va avanti Magliano -: è il trend che preoccupa. Ormai abbiamo fatto capire ai soliti noti che la risposta delle istituzioni non sarà all'altezza, abbiamo lasciato intendere agli occupanti di non rischiare né sgomberi né sanzioni. Questi soggetti sono diventati "abilissimi" a interdire, portando con sé minori o persone con fragilità, l'intervento dei nostri agenti. Il prezzo più caro? Lo pagano gli inquilini, tenuti letteralmente sotto assedio, e le decine di persone attualmente in lista che attendono, avendone titolo, di vedersi assegnare un appartamento".

E il problema è anche la dispersione scolastica: "La seconda parte della risposta dell'assessore Schellino, se possibile - prosegue Magliano -, mi preoccupa ancora di più: gran parte dei bambini e degli adolescenti delle famiglie occupanti non frequenta la scuola. Sono 27 i minori in età di obbligo scolastico che si dichiarano appartenenti alla comunità rom nelle abitazioni occupate abusivamente a Mirafiori Nord, uno in Piazza d’Armi". Di questi, 10 non frequentano e 15 non risultano neppure iscritti alle scuole dell’obbligo della città. "Si tratta di obbligo - prosegue il consigliere -, e non di libera scelta dei genitori, la frequenza scolastica per bimbi e ragazzi dai 6 ai 16 anni: la cosa più grave è che con il lassismo su questo punto impediamo qualsiasi prospettiva di integrazione, di cui la scuola è sempre il primo tassello".


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mirafiori Nord, occupazioni abusive e dispersione scolastica: l'emergenza si aggrava

TorinoToday è in caricamento