menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Corso Marconi resterà pedonale

Corso Marconi resterà pedonale

Pedonalizzazioni confermate per molte aree della città: ecco le vie che resteranno vietate al traffico

Altre sperimentazioni andranno avanti fino a giugno

Hanno avuto esito positivo le sperimentazioni relative alla pedonalizzazione di alcune aree cittadine. Tanto che diventeranno pedonali in via definitiva. Lo ha annunciato l'assessore alla Viabilità, Maria Lapietra. 

"E possibile valutare positivamente - ha dichiarato - i risultati raggiunti in termini di sicurezza stradale, di rispetto del distanziamento sociale in questi mesi di pandemia, di fruibilità degli spazi anche per le attività commerciali, di tutela della mobilità pedonale e ciclabile e dell'ambiente, sotto il profilo dell'inquinamento atmosferico e acustico: tuttavia tali risultati non sono stati univoci per ogni area pedonalizzata. Pertanto il confronto sui risultati e circa le criticità e le opportunità emerse, se da un lato ha portato a decidere di rendere permanenti alcuni provvedimenti di pedonalizzazione, ha consigliato per altri, non avendo ancora sufficienti elementi per giudicare in maniera conclusiva gli esiti, di proseguire nel periodo  di sperimentazione."

Le vie definitivamente pedonali

Pertanto sarà confermata la chiusura al traffico per via Musinè, tra le vie Rivara e Corio (nella Circoscrizione 4); via Vibò, tra le vie Chiesa della Salute e Vittoria (Circoscrizione 5); per il tratto centrale di corso Marconi, nel tratto compreso tra via Madama Cristina e corso Massimo D'Azeglio e via Principe Tommaso tra le vie Silvio Pellico e Baretti. Chiusa anche la banchina alberata del controviale sud nel tratto compreso tra via Madama Cristina e via Ormea, (lungo la cui direttrice viene prorogata fino al 30 giugno 2021 l’interruzione del flusso  in corrispondenza dell’area pedonale), mentre il controviale tornerà percorribile con limitazione della velocità a 30 km/h  (Circoscrizione 8). Nelle aree chiuse al traffico verranno realizzati interventi strutturali finanziati con risorse del 'Collegato Ambientale' per Torino Mobility Lab e dai ribassi di gara del Pon Metro e sarà applicata la disciplina per le aree pedonali e la circolazione dei veicoli, ad eccezione di quelli autorizzati, sarà interdetta per l’intera giornata, tutti i giorni feriali e festivi.

Sperimentazione fino a giugno

Per altre zone, così come ha deciso la Giunta comunale, sarà invece necessario un ulteriore periodo di sperimentazione, almeno fino al 30 giugno del prossimo anno. Nell’area di Borgo Dora (Circoscrizione 7), come richiesto dai cittadini, prosegue il test senza traffico in via Borgo Dora tra le vie Andreis/Mameli e il tratto a nord di via Andreis; di via Mameli e di via Lanino. Via Andreis, lungo la quale saranno realizzati interventi di moderazione del traffico (chicane) per limitare velocità a 30km/h, verrà riaperta al traffico con senso unico da via San Pietro in Vincoli a corso Giulio Cesare. Sempre in via Andreis, all'altezza dell' interno 18 la circolazione veicolare sarà impedita dal posizionamento di un ostacolo, così da garantire maggior sicurezza di fronte alla scuola materna Sermig.

La  pedonalizzazione è prorogata fino al 30 giugno 2021 anche in via Durandi, tra le vie Del Sarto e Vidua (Circoscrizione 4) e in via Vibò, tra  via Vittoria e Via Bibiana (Circoscizione 5). Al termine del periodo di sperimentazione si rivaluterà, alla luce degli esiti raggiunti, se, e per quali aree, confermare il provvedimento di pedonalizzazione. Viene inoltre approvata l’istituzione a titolo sperimentale, fino al 30 giugno 2021, di aree pedonali in via Oddino Morgari, tra via Belfiore e il passo carraio corrispondente al civico 9 della stessa via Morgari; via Cesare Lombroso nel tratto tra le vie Sant’ Anselmo e Principe Tommaso, nel territorio della Circoscrizione 8. Nelle vie San Francesco da Paola, Des Ambrois e Vasco, la sperimentazione richiesta da alcuni attori del territorio, terminerà nel mese di gennaio. La soluzione testata, in assenza di misure strutturali forti, non ha raggiunto gli obiettivi desiderati: per questo motivo l'amministrazione proporrà alla Circoscrizione l'istituzione di una Ztl o area pedonale controllata da telecamere.

Zona giallo blu: abbonamento per i residenti

E’ inoltre confermata l’istituzione della riserva di sosta con orario 19.30 – 8.00, per i veicoli dei residenti e dei dimoranti in possesso di specifico abbonamento, negli appositi spazi delimitati da segnaletica orizzontale di colore giallo e blu, in corso Massimo D’Azeglio, nel tratto compreso tra corso Marconi e corso Raffaello, lato ovest della carreggiata ovest. L’abbonamento rilasciato ai residenti e ai dimoranti da Gtt, autorizzerà la sosta all’interno della sottozona a cui si riferisce e in esclusiva negli spazi riservati dalle 19.30 alle 8.00 all’interno del perimetro della stessa sottozona.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento