menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scuola, la proposta di Fassino per la riapertura: "Usiamo i navigator del Reddito di Cittadinanza"

Un modo per sopperire alla mancanza di personale

Mancano solo due settimane alla riapertura delle scuole e quest'anno, tra le mille difficoltà inevitabilmente create dalle norme anti contagio, c'è anche quella di dover sopperire in qualche modo alla mancanza di personale. Una proposta arriva da Piero Fassino (Pd) ex sindaco di Torino:"Nell’ambito dello sforzo straordinario per garantire l’avvio regolare delle attività scolastiche perché non utilizzare 100.000 navigator del reddito di cittadinanza?”.

Il progetto e lo scarso successo 

I navigator del Reddito di Cittadinanza sono quelle persone, assunte dallo Stato, previste nel decreto del 2019, che hanno il compito di aiutare i cittadini a trovare lavoro. Il loro ruolo è quello di supportare gli operatori dei Centri per l'Impiego nella realizzazione di un percorso che coinvolga i beneficiari del reddito di cittadinanza. Ma il progetto fino ad ora non sembra aver riscosso grande successo. Fassino dunque lancia la sua idea e pungola i colleghi del M5S:

“L’esperienza fin qui condotta dimostra la scarsa incidenza dei navigator nel reperire posti di lavoro per chi beneficia del reddito di cittadinanza - spiega - . Chi percepisce il reddito di cittadinanza continuerà a riceverlo e la ricerca di occupazione può essere assicurata dai Centri per l’impiego. Viceversa, un utilizzo dei navigator nelle scuole - aggiunge - consentirebbe di rafforzare gli organici del personale ATA dedito in ogni istituto scolastico alle funzioni amministrative e ausiliarie e renderebbe anche più produttiva la spesa oggi sostenuta dallo Stato per i navigator“.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento