rotate-mobile
Attualità San Salvario / Corso Massimo d'Azeglio, 17

Al via il 42° Natale in giostra, ma per il futuro il Padiglione di Torino Esposizioni è a rischio

Piccaluga: "La sindaca è stata avvisata. Gli avvocati sono già pronti"

Torna per la gioia di grandi e piccini, Natale in giostra che quest'anno festeggia la 42ma edizione. Da venerdì 15 novembre a domenica 12 gennaio giostre e attrazioni e una lunga serie di eventi collaterali si svolgeranno, come di consueto, al Padiglione 5 di Torino Esposizioni. "Torino è l'unica città italiana a proporre un Luna Park al coperto, nei due mesi invernali", spiega infatti Massimo Piccaluga, ideatore della manifestazione e presidente dell’Associazione nazionale spettacoli viaggianti.

Natale in giostra come ogni anno, vuole essere alla portata di tutti con prezzi competitivi: tutti i martedì non festivi le attrazioni costeranno 1 euro, inoltre i bambini di Torino riceveranno a scuola, buoni sconto e carnet da utilizzare durante tutta la durata della manifestazione. 

Tutti gli eventi

Si comincia venerdì 15 novembre con la giornata inaugurale: il primo giorno di incassi, come vuole tradizione, saranno devoluti tramite l'Anesv Serivi, a fini sociali. Sabato è in programma invece dalle 15, la sfilata composta da gruppi, majorettes e banda musicale che da piazza Statuto, passando per il centro, arriverà a Torino Esposizioni dove a partire dalle 17 ci sarà la cerimonia di inaugurazione. E ancora tanti appuntamenti.

Sabato 23 novembre ci saranno raduno e sfilata delle Fiat 500 d'epoca che partiranno da corso Cairoli per arrivare al 5° Padiglione; domenica 24 novembre inaugurazione del presepe e domenica 1° dicembre "Corri al Natale in giostra", corsa podistica non competitiva con partecipazione libera soprattutto ai bambini. A partire da domenica 15 dicembre poi si apre anche il Villaggio natalizio con la presenza di Babbo Natale e l'Elfo e la possibilità per i bambini di imbucare la letterina nell'apposita buca. Il 6 gennaio a Natale in giostra arriva la Befana con i pensionati dei Vigili del fuoco che distribuiranno ai più piccoli, caramelle e gadget. 

Il futuro

Se quest'anno Natale in giostra festeggia un compleanno importante, c'è preoccupazione degli organizzatori per il futuro. Il 5° Padiglione di Torino Esposizioni potrebbe rientrare nel progetto del Campus del Politecnico che vorrebbe realizzare qui altre aule per gli studenti, probabilmente sotterranee. Un bel problema per un evento che da anni si svolge al coperto e che necessiterebbe quindi di un'altra sede con le stesse caratteristiche.

"A questo proposito, siamo già intervenuti - spiega Piccaluga -i, il nostro ufficio legale ha già mandato una serie di avvisi all'amministrazione, già a quella precedente. Esistono sentenze per cui lo Stato riconosce la funzione sociale e lo sviluppo del settore e nei comuni dove si è verificato lo spostamento di un Luna Park, il tribunale ha annullato le delibere e tutto è tornato come prima".

Attualmente il Politecnico sta effettuando degli studi preliminari ma nulla sembrerebbe essere definitivo.  "Il 5° Padiglione tra l'altro - aggiunge Piccaluga - è stato usato anche per altre manifestazioni per tutta la collettività. Mettere delle aule scolastiche sette metri sotto terra, come prevede il progetto, non ha senso. La Città ha tanti altri spazi migliori che al momento non sono utilizzati mentre per noi trovare una soluzione alternativa, con determinate caratteristiche, sarebbe davvero un problema". Ad ogni modo il patron di Torino in giostra ha le idee chiare: "L'amministrazione deve attenersi alle leggi dello stato, diversamente faremo ricorso al tribunale. E la sindaca è già stata avvisata"

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al via il 42° Natale in giostra, ma per il futuro il Padiglione di Torino Esposizioni è a rischio

TorinoToday è in caricamento