rotate-mobile
Attualità Centro / Piazza Castello

Natale e Capodanno all’insegna della magìa, il 31 festa in piazza

Scelta piazza Castello

A Torino le festività saranno all’insegna della magia. La città vivrà un ricco programma rivolto a grandi e piccini, in cui Natale e Capodanno affronteranno per la prima volta il tema magico. Un fil rouge che caratterizza fortemente il capoluogo sabaudo, conosciuto proprio come città magica. Si partirà il 1 dicembre con tanti appuntamenti sparsi su tutto il territorio urbano che culmineranno nell’evento clou, nella notte del 31 dicembre, in piazza Castello.

“Un’idea che nasce circa un anno fa - ha spiegato la sindaca Chiara Appendino - quando, valutando un modello alternativo di festeggiamenti, abbiamo cercato di ideare un progetto per valorizzare la vocazione, anche storica, della città. E per differenziarci abbiamo puntato su un Capodanno diverso, fondamentalmente dedicato alle famiglie”.

Effetti speciali, numeri di destrezza e abilità con ballerini, maghi e artisti - secondo un programma ideato dal direttore artistico Walter Rolfo - completeranno e arricchiranno gli appuntamenti che da anni sotto la Mole, sono una tradizione. Torneranno infatti, come di consueto, le Luci d’artista e il Presepe di Luzzati al Borgo Medievale, mentre il Calendario dell’avvento e il grande albero di Natale luminoso verranno allestiti per la prima volta in piazza San Carlo anziché in piazza Castello. 

San Silvestro a numero chiuso 

E la festa di Capodanno in Piazza Castello, con lo spettacolo dal vivo di illusionisti e artisti di fama internazionale, sarà inevitabilmente a numero chiuso, sempre per rispettare le normative di sicurezza. “Una scelta, quella di spostare albero e calendario in piazza San Carlo - ha spiegato l’assessora alla Cultura Francesca Leon - dettata anche dalla necessità di avere più spazio durante la notte di San Silvestro. Non abbiamo ancora idea dei numeri (che dovranno essere stabiliti dalla Prefettura, ndr) ma ci auguriamo che la capienza della piazza sia la più ampia possibile”. L’evento di Capodanno costerà attorno ai 300mila euro, soldi che arriveranno dall’occupazione del suolo pubblico di Cioccolatò di novembre e dei mercatini di Natale. Difficile però parlare di cifre precise al momento poiché solo in seguito verranno valutati i costi per la sicurezza. 

Eventi per tutto dicembre 

Saranno quattro i luoghi più significativi della città che nei week-end di dicembre ospiteranno eventi all’insegna della magia. In piazza San Carlo, ogni fine settimana, ci sarà l’One Man Show, cioè l’esibizione di un artista del panorama magico internazionale; Piazza Solferino si trasformerà nell’Illusionarium, un museo interattivo in cui il pubblico verrà accompagnato nel grande mondo degli inganni della mente. E poi ancora, piazza Santa Rita accoglierà le esibizioni di Close-Up Theatre, con tavoli di magia posizionati per coinvolgere il pubblico mentre lo spazio del Cortile del Maglio sarà dedicato ai più piccoli con la Magic School e le storie sui grandi prestigiatori raccontate dai maestri di arte magica. 

Mercatini di Natale e concerti 

I tradizionali chalet in legno con prodotti natalizi e artigianali troveranno collocazione, dal 24 novembre al 6 gennaio nelle piazze Castello e Solferino, mentre dal 24 novembre al 23 dicembre in piazza Santa Rita e Borgo Dora, presso il Cortile del Maglio. In piazza Solferino non mancherà la pista di pattinaggio sul ghiaccio. Sono previsti anche, nell’ambito di Intrecci Barocchi, i consueti concerti nelle chiese torinesi e nei musei verranno organizzate attività ed eventi a tema. 

La promozione 

In occasione degli eventi creati per le festività, condivisi da albergatori e commercianti, l’amministrazione ha comunicato la creazione di pacchetti turistici che presto verranno messi in vendita. Il programma che coinvolgerà Torino a partire dal 1 dicembre, sarà pubblicizzato grazie alla diffusione di 40mila brochures e alla collaborazione con Radio Dimensione Suono, che provvederà alla promozione su territorio nazionale. Si sta anche pensando di provvedere alla pubblicità nei paesi limitrofi quali Francia e Svizzera. 

“Il tema individuato per le feste di quest’anno, la magia, - ha spiegato l’assessore al Turismo e al Commercio Alberto Sacco - ha appositamente un richiamo turistico, poiché ha fascino su grandi e piccini e caratterizza fortemente la nostra città”. Federalberghi appoggia l’idea delle festività “magiche” ma ricorda: “Siamo soddisfatti del programma ma vogliamo sottolineare quanto sia importante la comunicazione. Dicembre è fra 30 giorni e una programmazione strategica è fondamentale. Gli eventi sono belli e innovativi ma è indispensabile comunicarlo a tutto il mondo”.

Per scoprire i nostri consigli sui regali di Natale clicca qui!

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Natale e Capodanno all’insegna della magìa, il 31 festa in piazza

TorinoToday è in caricamento